Francesco Novello

E’ STRAtrento, ma non basta! Strasburgo in finale.

2 anni ago written by

PalaTrento.
Eurocup, Semifinali di ritorno.
Trento – Strasbrugo.

All’andata, alla Rheinus Sport, in casa dei francesi, dove caddero l’anno scorso miseramente anche squadre del calibro della Stella Rossa di Belgrado e Real Madrid, la Dolomiti Energia Trento vinse per 74-68 con un’impresa storica grazie ad una partita pazzesca dei giocatori di coach Buscaglia.
Ufficializzata l’assenza, sicuramente pesante, di Jamarr Sanderr Trento parte con i soliti cinque: Forray, Lockett, Sutton, Pascolo e Wright con Poeta e Flaccadori obbligati a fare la differenza quando chiamati in causa dalla panchina. Per Strasburgo invece si parte con: Collins, Beaubois, Campbell, Weems e Fofana.

Da una parte, i francesi che comandano la classifica del campionato sono obbligati ad una prestazione davvero di livello e soprattutto costante. Dall’altra, Trento è obbligata a giocare una partita di cuore e sacrificio, soprattutto difensivamente. PalaTrento caldissimo e sold out delle grandi occasioni.
L’inizio di Strasburgo, offensivamente parlando, è da grande squadra, mandando a bersaglio tiri piedi per terra con spazio, ma Trento risponde colpo su colpo. Dada Pascolo è il nome della serata. Dopo 7 minuti è 16-16 con 10 punti dell’italiano, tirando perfettamente! Alla fine del primo quarto, Strasburgo è avanti di due lunghezze: 21-19.
Trento pesca due bombe fondamentali a inizio secondo quarto e con Flaccadori e Pascolo trova il primo vantaggio della partita 25-22. Dopo un inizio piuttosto titubante del ragazzo classe ’96, comincia il Flaccadori show con 7 punti che regalano un vantaggio di due possessi alla squadra di coach Buscaglia. Pascolo con tutta Trento sulle spalle.. Il suo impatto è decisivo sia difensivamente che offensivamente, soprattutto a rimbalzo. Finale del quarto al cardiopalma, Strasburgo trova una tripla importante con Duport a 9 secondi dalla fine usando tutto il tempo a disposizione per tirare. Poeta riceve dalla rimessa e corre per prendersi l’ultimo tiro, la palla che esce dalle sue mani trova solo il ferro ma è Pascolo che segue a rimbalzo e trova un canestro a dir poco spettacolare. All’intervallo lungo è 36-35 Strasburgo con 15 punti e 7 rimbalzi per Dada.. Tutto da fare ancora per i francesi.

L’inizio del terzo quarto è una doccia fredda per Trento. Duport fa il vuoto a rimbalzo e segna con continuità (17 punti totali per lui), Sutton perde una palla sanguinosa e in contropiede Strasburgo punisce con una tripla dall’angolo di Leloup: è +7 per i francesi. Pascolo è letteralmente ‘on fire’ e trova una tripla in step back pazzesca, che dà morale alla squadra e trova punti importantissimi in un momento di difficoltà per gli italiani. 12953300_1276244985724678_1697005714_oNel massimo vantaggio di Strasburgo (+11) Pascolo raggiunge quota 20 punti a cui si aggiungono i 10 rimbalzi catturati; ma Collins continua a fare troppo la differenza. Il terzo quarto termina sul punteggio di 62-51 in favore dei francesi.
Il quarto quarto non inizia per nulla in favore degli italiani, Strasburgo ne approfitta e trova addirittura il +17 a 7′ dalla fine. E’ 70-53 per i francesi. Il PalaTrento prova a svegliare i ragazzi di coach Buscaglia che chiama un timeout obbligtorio per dare tranquillità e serenità ai suoi che sembra letteralmente scomparsa. Lockett e Forray trovano 5 punti importantissimi e la Dolomiti Energia ritrova il -14. Strasburgo sembra averla già in cassaforte ma Trento con un parziale di 12-2 ritrova il -9 che dà speranza a giocatori e pubblico. Timeout obbligatorio per i francesi. Il PalaTrento è una bolgia adesso!

FINALE CLAMOROSO!!

Succede di tutto. Trento con una difesa pazzesca recupera palla ma in attacco non riesce a concretizzare. Una difesa eccezionale di Trento impedisce allo Strasburgo di trovare punti importanti, poi in attacco, nella mischia del pitturato trova un 2+1 di Lockett eccezionale. -6 Trento ed in questo momento, a 57” dalla fine, si andrebbe all’overtime. Strasburgo ritrova il +9 grazie ad un autocanestro di Wright dopo il secondo libero sbagliato da Weems. Forray fa 2/2 in lunetta a 14” dalla fine trovando un ottimo fallo. Duport clamorosamente trova un’altra tripla nella sua partita ma Wright la riporta nuovamente sul -7 con un’altra bomba insperata. Trento obbligata al fallo sistematico, ma Beaubois fa 1 su 2 e l’ultima chiamata divina mandata per aria da Pascolo è cortissima.
Lo Strasburgo è in finale. Finisce 86-78. I francesi ribaltano il +6 dell’andata, ma comunque è stata una grandissima, eccezionale Trento. Tutto il pubblico in piedi ad applaudire i suoi ragazzi. Si interrompe il sogno degli uomini di coach Buscaglia e di tutto il basket italiano.
Bisogna dare atto alla prestazione eccezionale dei francesi che sono andati sopra anche di 19 punti, ma Trento ha dimostrato cosa voglia dire crederci fino alla fine!
I francesi troveranno ora molto probabilmente in finale il Galatasaray, che nell’andata dell’altra semifinale ha vinto contro Gran Canaria con un margine di 14 punti.

Condividi...Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInShare on TumblrEmail this to someone
Francesco Novello

About Francesco Novello

Sono Francesco Novello, ho 20 anni. Studio a Trieste, presso l'Università, chimica e tecnologie farmaceutiche. Malato di sport. Seguo il basket oltreoceano dal 2006. Metto la sveglia quando la gente se ne torna a casa ubriaca da una festa per vedere le partite. Faccio parte del #HeatNation dai tempi del primo titolo di Wade-Shaq-Pat. Pratico basket a livello agonistico in categorie inferiori dove si vedono più gomitate che bel gioco.
Article Categories:
Basket · Sport
Commenta l'articolo: