in

Guardia di Finanza: Lecce, operazione aeronavale tra l’Italia e l’Albania. Sequestrato un natante con a bordo 1.000 kg di marijuana ed arrestati due skipper ucraini

Di Massimo Giardinieri

LECCE. Quella barca a vela era già stata monitorata in acque internazionali – nello specifico a circa 13 miglia dalle coste albanesi – mentre il suo equipaggio era intento a caricare numerosi involucri da tre piccoli natanti, e la circostanza non poteva non innescare una specifica attività a largo raggio culminata con il sequestro di circa 1.000 kg di marijuana.

Sono questi gli elementi essenziali d’una nuova operazione di contrasto al traffico internazionale di sostanze stupefacenti, che ha peraltro visto la fattiva collaborazione delle Autorità di polizia albanesi e del Servizio di Cooperazione Internazionale di Polizia (SCIP) del Ministero dell’Interno.

Sono stati i mezzi aereonavali in dotazione al Reparto Operativo Aeronavale (ROAN) di Bari, al Gruppo Aeronavale (GAN) di Taranto ed al Gruppo Esplorazione Aeromarittima (GEA) di Pratica di Mare a “triangolare” di continuo la posizione delle imbarcazioni dei trafficanti, mentre le pattuglie del Comando Provinciale GDF di Lecce hanno assicurato l’eventuale supporto da terra in caso di sbarco.

Una parte del carico di marijuana sequestrato

Le serrate comunicazioni intercorse tra le diverse Sale Operative coinvolte nell’operazione ed i mezzi che operavano dall’alto oltre che dal mare, hanno inoltre consentito ai finanzieri del Nucleo di Frontiera Marittima di Durazzo di provvedere al fermo (in territorio albanese) dei tre sopracitati natanti, mentre l’abbordaggio dell’imbarcazione più grande carica di sostanze stupefacenti è stato effettuato nel tratto di mare antistante la località di Santa Maria di Leuca (LE).

Il natante utilizzato per l’illecito traffico è stato così condotto presso gli ormeggi della Sezione Operativa Navale GDF di Gallipoli (LE) dove si trova ora sotto sequestro, mentre i due skipper che ne curavano la navigazione in acque italiane – entrambi di nazionalità ucraina – sono stati immediatamente arrestati per detenzione e traffico internazionale di stupefacenti.

GDF – Vedetta velocissima V.8000

La marijuana sequestrata dai militari delle fiamme gialle, suddivisa in 153 involucri di varie dimensioni e tutti avvolti nel cellophane, avrebbe fruttato alle organizzazioni criminali una somma stimabile in 10.000.000 di euro.

Ancora una volta la collaudatissima sinergia tra la componente aeronavale ed i Reparti territoriali della Guardia di Finanza pugliese continua a garantire eccellenti risultati operativi, ciò anche grazie ai proficui rapporti di collaborazione che intercorrono con le varie Procure della Repubblica.

L’operazione qui descritta, oltre a far risaltare l’elevato grado di professionalità del Comparto Aeronavale del Corpo, la cui presenza nei mari italiani come nel Mediterraneo non conosce soste, conferma con successo quel ruolo di “polizia del mare” che si è voluto assegnare alla Guardia di Finanza in difesa delle coste nazionali come dei confini meridionali dell’Unione europea, con un livello di operatività che fa scuola anche all’estero e che le fiamme gialle riescono a garantire in modalità “h 24”.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

 

L’articolo Guardia di Finanza: Lecce, operazione aeronavale tra l’Italia e l’Albania. Sequestrato un natante con a bordo 1.000 kg di marijuana ed arrestati due skipper ucraini proviene da Report Difesa.

What do you think?

Written by Report Difesa

Quotidiano di geopolitica e di sicurezza nazionale ed internazionale.

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

GIPHY App Key not set. Please check settings

Loading…

Guardia di Finanza: rivenuti all’aeroporto di Olbia 250.000 euro non dichiarati. Sanzionati 16 trasgressori per violazioni sulla movimentazione di denaro contante

Elementor #46301