in

Guardia di Finanza, operazione antidroga a Genova

Genova. Operazione antidroga della Guardia di Finanza di Genova,




Le attività investigative sono state avviate nell’aprile 2017 quando i militari del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria del capoluogo ligure, nell’ambito di un ordinario servizio di controllo del territorio, hanno sorpreso un 45 enne rumeno, nella locale via Cantore, nel quartiere di Sampierdarena, in possesso di un chilo di marijuana, occultata in un cuscino trasportato all’interno di un trolley.

Operazione anti droga a Genova




Le indagini hanno permesso di accertare che il corriere, arrestato nella flagranza del reato dai finanzieri del Gruppo d’Investigazione sulla Criminalità Organizzata (GICO) e già condannato dal Tribunale di Genova ad un anno e dieci mesi di reclusione e alla multa di 3 mila euro, era giunto poco prima nel capoluogo ligure a bordo di un autobus proveniente dalla Spagna.




La droga, pari a 4.351 dosi, era destinata alle piazze di spaccio cittadine.




Nel corso dell’operazione antidroga sono stati complessivamente sequestrati 4.320 euro in contanti e 4 telefoni cellulari, utilizzati dagli indagati per perpetrare i traffici illeciti.




Al termine delle attività investigative, la Procura della Repubblica ha emesso l’avviso di conclusione delle indagini preliminari e richiesto al Tribunale l’emissione del decreto di rinvio a giudizio nei confronti della coppia genovese, la quale ha già manifestato la richiesta di ricorrere a riti alternativi al processo ordinario.




© RIPRODUZIONE RISERVATA

L’articolo Guardia di Finanza, operazione antidroga a Genova proviene da Report Difesa.

Report Difesa

Written by Report Difesa

Quotidiano di geopolitica e di sicurezza nazionale ed internazionale.

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

Missione MISIN, conclusi dai Carabinieri altri corsi per la Gendarmeria e la Guardia Nazionale del Niger

Lettonia, addestramento per il contingente italiano impiegato nell’operazione “Baltic Guardian”