in

Guardia di Finanza: Una serata con i falconieri ed i loro stupendi rapaci in azione al Comando Generale

Di Antonio Leone

Roma. Un piccolo avamposto della nutrita colonia di Gabbiani Reali mediterranei, stanziale da molti anni ormai nel quartiere capitolino del Nomentano, ha già preso posto sulla piazza d’armi della caserma “Piave”, sede del Comando Generale della Guardia di Finanza, ma stasera per loro qualcosa andrà storto e non trascorreranno la notte sul selciato del grande piazzale.

Poiana di Harris (Parabuteo unicintus)

È questo il preambolo di un primo intervento di falconieri guidati da Maurizio Alessandrini il quale, dopo un sopralluogo effettuato la mattina, decide di intervenire in orario serale avvalendosi di un suo collaboratore nonché di 4 incredibili strumenti di dissuasione, nello specifico Poiane di Harris (Parabuteo unicintus) che per dimensioni nonché per la loro peculiare caratteristica di cacciare in gruppo, non temono le dimensioni dei Gabbiani Reali, la loro aggressività e tantomeno il loro numero.

Il bello della serata deve però ancora venire poiché i falconieri, sia pur arrivando sul luogo dell’intervento in posizione defilata, non fanno neppure in tempo ad estrarre la prima Poiana dal trasportino che il piccolo stormo di Gabbiani, fino ad un attimo prima in placida posizione di accovacciamento sul piazzale della caserma, si accorge in un amen della presenza del predatore e si alza immediatamente in volo disperdendosi all’istante.

La reazione degli uccelli da scacciare era comunque ampiamente prevista dai falconieri, ai quali non interessa affatto che i loro rapaci entrino in scontro con i Gabbiani; il loro lavoro, infatti, agisce secondo una precisa componente etica che non prevede la morte di nessun animale, bensì il potere dissuasivo di falchi e poiane rispetto alle altre specie di volatili infestanti tra i quali figurano anche i Piccioni comuni e gli Storni, sempre più presenti nei centri urbani come negli aeroporti dove costituiscono un serio pericolo nelle manovre di decollo e atterraggio dei velivoli.

Ecco dunque che il loro intervento si snoda sul piazzamento a terra di tre trespoli dove prendono posto altrettante Poiane di Harris, nonché su qualche volo del loro “Capo-stormo”, ovvero di una quarta poiana di nome “Luna” che comincia a planare diverse volte sull’areale, nonché ad appostarsi su alberi e lampioni che ne circondano il perimetro.

La situazione deve perciò apparire quantomeno paradossale per la “potente” colonia di gabbiani di Viale XXI Aprile, rimasti impressionati da subito dall’inconfondibile silhouette di un predatore del quale, però, ne sconoscono completamente l’origine (le Poiane di Harris sono infatti originarie delle zone semidesertiche del Centroamerica), ma comunque non demordono e per questo ritornano presto in forze cominciando a volteggiare in circolo 20/30 metri sopra le ns. teste emettendo acute grida d’allarme, mentre il loro leader vola coraggiosamente più in basso degli altri sia pur a debita distanza dalla minaccia.

“Luna” e le sue compagne, però, dimostrano la loro netta supremazia sugli agitati laridi non curandosene minimamente e per questo che, dopo ripetuti volteggi, il bianco stormo di questi grossi opportunisti volanti decide che la notte dovrà senz’altro passare altrove anche se, come ci fanno osservare i falconieri, lasciano due di loro in posizione di vedetta sui tetti dei palazzi circostanti.

Ecco dunque che questo primo intervento di dissuasione si conclude con il riposizionamento dei rapaci nei loro accoglienti trasportini, con i quali faranno ritorno nelle loro voliere per il meritato riposo in attesa del prossimo intervento al Comando Generale GDF come in altre strutture militari e civili, dove le società di falconeria svolgono un lavoro importantissimo per la tutela sanitaria del personale, nonché per tutti gli altri innegabili aspetti di sicurezza e decoro.

Un lavoro condotto da persone dotate di grande esperienza e di grandissimo amore per i loro animali, con i quali operano in perfetta simbiosi ed maniera compatibile con gli aspetti etologici certamente implicati in questa particolarissima attività professionale, intervenendo in maniera assolutamente ecologica laddove l’insensibilità e l’incuria dell’uomo ha fatto sì che altri animali modificassero nel tempo i loro naturali comportamenti sino ad entrare in inevitabile scontro con gli esseri umani.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

L’articolo Guardia di Finanza: Una serata con i falconieri ed i loro stupendi rapaci in azione al Comando Generale proviene da Report Difesa.

What do you think?

Report Difesa

Written by Report Difesa

Quotidiano di geopolitica e di sicurezza nazionale ed internazionale.

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

Covid-19: pandemia e rapporti sugli equilibri delle coppie italiane. Una ricerca del CNR-IRPPS in occasione della Giornata per l’eliminazione della violenza contro le donne

Roma, i Friedkin e quella mascherina dal sapore storico che fa sognare i tifosi giallorossi