in

L’Algeria compra grano duro dalla Russia e la Francia si infuria

Di Valeria Fraquelli

Parigi. L’Algeria ha deciso di comprare molto grano duro dalla Russia e la Francia si è allarmata subito.

Una decisione del genere infatti apre ad un Paese che è fuori dall’euro e potrebbe creare vari problemi, senza contare che attualmente il Paese di Putin è sotto embargo per la questione ucraina.
Secondo la Reuters, citando un funzionario del governo francese, la Francia invierà una delegazione in Algeria all’inizio del 2019 per discutere delle consegne di frumento.
Secondo la stessa fonte, il segretario di Stato per il Commercio estero, Jean-Baptiste Lemoyne, ha chiesto all’agenzia business France, che promuove i gruppi francesi nei mercati mondiali, di preparare una visita degli esportatori francesi in Algeria nel primo trimestre del prossimo anno.

Jean-Baptiste Lemoyne, segretario di Stato incaricato del Commercio estero

L’Algeria, che ha già importato il frumento russo nel 2017, sta progettando di rifornirsi pienamente dalla Russia anche quest’anno.

Un accordo dovrebbe essere firmato una volta che tutti i certificati di conformità sono stati emessi.

La rivista economica francese The Tribune aveva notato la conseguenza di questa decisione sugli agricoltori francesi e in generale sulle esportazioni francesi in Algeria.

Infatti gli agricoltori francesi, che puntavano tutto sul grano come produzione di eccellenza, si sono impoveriti moltissimo da quando il Paese nord africano si approvvigiona dalla Russia. Un grosso danno per l’economia francese.

Finora la Francia è stata la prima fornitrice di frumento in Algeria, con quasi un miliardo di dollari. Il rifornimento previsto delle importazioni di grano in Russia, che avrebbe un migliore frumento di qualità e ad un prezzo più competitivo, preoccupa in primo luogo gli agricoltori transalpini che rischiano di perdere un grande mercato, il secondo al mondo, con più sette milioni tonnellate annualmente provenienti principalmente da Francia, Canada e Germania.

La preoccupazione dei francesi va oltre il frumento, perché l’Algeria è interessata anche ad altri prodotti russi come il latte e le carni bovine.

Tra Francia ed Algeria esistono da sempre accordi commerciali, dato il passato dell’Algeria sotto la dominazione francese, e la scelta della Russia come Paese fornitore è stata quasi come un tradimento per i francesi.

Guerra sulla fornitura di grano russo agli algerini

Non bisogna dimenticare che i rapporti tra Russia e Francia sono ai minimi termini in questo periodo perché Parigi vuole mantenere le sanzioni e non è disposta a nessun dialogo per quanto riguarda l’Ucraina.

Secondo Parigi, l’atteggiamento del Cremlino è di aggressione e di mancato rispetto della sovranità di uno Stato che ha tutti i diritti di difendersi.
I rappresentati di Mosca e Parigi alle Nazioni Unite si sono dimostrati lontanissimi tra loro e le posizioni difficilmente potranno riavvicinarsi.

La scelta dell’Algeria di allontanarsi dal suo fornitore tradizionale, la Francia in questo caso, potrebbe, oltre le ragioni economiche, essere anche una reazione alla forte pressione francese sulle autorità algerine per quanto riguarda, in particolare, il dossier sulla libertà di circolazione delle persone.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

L’articolo L’Algeria compra grano duro dalla Russia e la Francia si infuria proviene da Report Difesa.

Report Difesa

Written by Report Difesa

Quotidiano di geopolitica e di sicurezza nazionale ed internazionale.

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

Leonardo, celebrati i 70 anni di fondazione. La trasformazione in One Company ha sancito l’avvio di una nuova fase

Truppe Alpine: dal 17 al 21 ottobre si terrà la Vardirex, una grande esercitazione di Protezione civile in Veneto, Piemonte ed Abruzzo