in

Nigeria: attaccata dai pirati la Maersk Tema, portacontainer tedesca

Di Valeria Fraquelli

Lagos. La Maersk Tema, una portacontainer tedesca, di proprietà di Bernhard Schulte Ship e gestita da Peter Doehle Schiffart, è stata attaccata, nei giorni scorsi, al largo delle coste nigeriane da alcuni pirati  composto da due piccole navi veloci a motore.

Un gruppo di pirati

Due degli attaccanti sono riusciti a salire a bordo, secondo quanto reso noto.

Secondo il monitoraggio AIS, rilevato dal sito Maritime Executive, il Maersk Tema (che batte bandiera delle Isole Marshall) navigava a 20 nodi al largo di São Tomé nel Golfo di Guinea.

Intorno alle 8.05  (ora di Londra) la nave si trovava a circa 100 miglia a Nord-Ovest di São Tomé.

La sua velocità è poi scesa a 3,5 nodi, calando sempre di più.

E’ stato questo un segno molto chiaro. Secondo uno specialista quanto avvenuto potrebbe avere essere stato dovuto a tre motivi: avaria, guasto delle macchine e sospetto atto di pirateria.

I 21 membri dell’equipaggio della nave hanno seguito le procedure di emergenza e si sono messi in sicurezza, riparandosi nella “cittadella”.

La Marina nigeriana allertata, supportata da un’unità portoghese, è intervenuta facendo fuggire i pirati.

La portacontainer ha ripreso la sua rotta verso Lagos, scortata dalla pattuglia nigeriana.

I pirati sono, nel frattempo, stati ricercati.

Ci sono volute quasi 15 ore, dopo l’allarme, affinché la motovedetta “SVS Teach” raggiungesse la nave attaccata. All’operazione ha partecipato la Marina portoghese.

Il problema della pirateria è molto sentito lungo le coste africane e ad essere prese di mira sono in larga parte le navi commerciali e il loro carico.

Marittimi presi come ostaggi, il carico rivenduto al mercato nero e depredato, sono questi i pericoli che corre una nave che incrocia al largo delle coste africane.

Anche la popolazione stessa è a rischio perchè i pirati prendono possesso di terreni e di abitazioni non loro, terrorizzando la popolazione e usando violenza contro le donne.

Le operazioni dell’Unione Europea e delle Nazioni Unite servono ma non sono acora sufficienti a garantire la sicurezza marittima, che è quella sicurezza da cui dipende l’intero commercio mondiale di petrolio e gas naturale.

Sconfiggere la pirateria è fondamentale e prioritario per difendere il diritto di ogni Paese ad efffettuare scambi commerciali in sicurezza, senza preoccupazioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

L’articolo Nigeria: attaccata dai pirati la Maersk Tema, portacontainer tedesca proviene da Report Difesa.

What do you think?

Report Difesa

Written by Report Difesa

Quotidiano di geopolitica e di sicurezza nazionale ed internazionale.

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

Esercito, a Napoli i militari ritrovano Giorgia Cagnan scomparsa nei giorni scorsi a Treviso

Gli anni più belli

Ottimo incasso d’esordio nel weekend per “Gli Anni Più Belli”