in

Guardia di Finanza: Messina, rinvenuti 30 kg. di hashish rimasti “spiaggiati” sull’arenile di Torrenova. Le raccomandazioni delle fiamme gialle in presenza di questi ritrovamenti

Di Mariateresa Levi

Messina. È stato il senso civico di un cittadino il quale, contattando telefonicamente il numero “117” della Guardia di Finanza, ha avvisato le fiamme gialle facendogli presente che, sulla spiaggia del comune di Torrenova (Messina), c’erano degli strani involucri abbandonati sulla sabbia ed il cui aspetto dava adito a qualcosa di illecito.

Attivata dalla Centrale Operativa, sul punto segnalato si dirigeva dunque un’autopattuglia della Tenenza di Sant’Agata di Militello, la quale non ci metteva molto a scorgere quello strano materiale arrivato da chissà dove, nonché ad accertare che dentro quei “panetti” (ben 600 in tutto) era contenuto dell’hashish per un quantitativo di 30 kg.

Lo stupefacente in questione, con ottime probabilità, è giunto sull’arenile torrenovese trascinato dalle correnti e dalle mareggiate che hanno interessato nei gg. scorsi quel tratto costiero, e non è neppure questa la prima volta che sulle coste dell’Italia meridionale si verificano ritrovamenti del genere.

Proprio al riguardo si ricorda un altro ritrovamento di droga, quantomeno singolare, avvenuto addirittura in mare aperto durante lo scorso mese di luglio, allorquando un guardacoste della GDF letteralmente ripescò dalle acque della Sardegna occidentale un sacco di juta contenente 31 kg. di hashish, presumibilmente abbandonati qualche tempo prima da un gommone di trafficanti inseguito oppure rimasto in panne in un punto imprecisato del Mediterraneo.

Operazione contro il narcotraffico a Messina

Per quanto invece attiene a quest’ultimo ritrovamento di droga, la GDF di Messina ha subito richiesto l’impiego degli elicotteri e delle motovedette in forza al Reparto Operativo Aeronavale (ROAN) di Palermo, le quali stanno perlustrando il tratto di mare interessato unitamente alle pattuglie a terra che invece controllano gli arenili di tutta la provincia.

L’hashish in questione, che sulle piazze clandestine dello spaccio avrebbe potuto fruttare una somma di 300.000 euro, è stato ovviamente sequestrato e messo a disposizione della Procura della Repubblica di Patti in attesa di essere distrutto.

Su questi non improbabili ritrovamenti, la Guardia di Finanza sensibilizza tutti gli utenti del mare a fare massima attenzione alla presenza in acqua o sulle spiagge di questi strani involucri, spesso contenuti in borsoni e sacche.

In questi casi la raccomandazione è certamente quella di non toccarli, nonché di contattare immediatamente il numero di pubblica utilità GDF “117”, attivo gratuitamente – 24 ore su 24 – in tutto il territorio nazionale.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

L’articolo Guardia di Finanza: Messina, rinvenuti 30 kg. di hashish rimasti “spiaggiati” sull’arenile di Torrenova. Le raccomandazioni delle fiamme gialle in presenza di questi ritrovamenti proviene da Report Difesa.

What do you think?

Report Difesa

Written by Report Difesa

Quotidiano di geopolitica e di sicurezza nazionale ed internazionale.

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

Guardia Costiera: a Sorrento rimosso e trasportato l’esemplare di balenottera

Iran: La vecchia Persia tuona poco prima dell’insediamento di Joe Biden