in

Guardia di Finanza: Pratica di Mare, l’aereo “Piaggio P.166” compie il suo ultimo volo nel 68° anniversario della costituzione del Servizio Aereo del Corpo

Di Michele Toschi

Pratica di Mare. Sessantotto anni, tanti ne sono trascorsi da quando fu costituito il Servizio Aereo della Guardia di Finanza, e la ricorrenza è stata rimembrata ieri con una sobria cerimonia che ha avuto luogo presso l’aeroporto militare “Mario De Bernardi” di Pratica di Mare (RM) – sede del Centro di Aviazione e del Comando Operativo Aeronavale della GDF – alla presenza del Comandante del Comando Aeronavale Centrale, Gen. C.A. Michele Carbone, ricevuto nell’occasione dal Gen. B. Joselito Minuto, Comandante del Centro di Aviazione delle fiamme gialle.

L’anniversario ha fatto altresì da degna cornice all’ultimo volo dell’aereo Piaggio P.166, ovvero il capostipite dei velivoli ad ala fissa in dotazione al Corpo.

Aereo Piaggio P.166 – GDF

Nato nel 1957 (anno del suo primo volo) come aereo estremamente versatile nel suo uso, che spaziava dal pattugliamento aeromarittimo, al trasporto leggero nonché a quello d’affari, fu acquisito soltanto nel 1991 dalla Guardia di Finanza – in dodici esemplari – per soddisfare le sempre crescenti esigenze operative del Corpo, le quali richiedevano un’azione di esplorazione aerea a largo raggio che consentisse di avvicinarsi il più possibile a quelle zone del Mediterraneo da dove originano i più disparati traffici illeciti, e che anche gli elicotteri dotati di maggior autonomia di volo non riuscivano a garantire (il P.116 vantava infatti un’autonomia di 1.695 km alla potenza massima oraria – ovvero 5 ore e 10 minuti in missione di pattugliamento).

Affatto secondario è stato dunque il ruolo che il P.166 ha rivestito nella protezione dei confini marittimi nonché nel supporto del dispositivo costiero e di superficie, fattori questi che, nel loro complesso, hanno senza dubbio visto il “Piaggione” (l’affettuoso soprannome affibbiatogli dai suoi piloti) come una macchina fondamentale per il progresso dell’aviazione della Guardia di Finanza; in un’implementazione continua delle dotazioni strumentali e delle competenze professionali che proprio questo aereo – in oltre tre decenni di onorato servizio – ha avuto il merito di aprire sia dal punto di vista delle tecniche di addestramento, sia da quello della dottrina d’impiego operativo ampliata anche sul piano internazionale.

Gen. CA Michele Carbone e Gen. B. Joselito Minuto

Innumerevoli sono infatti state le operazioni ed i sequestri dovuti proprio dal P.166 il quale, nonostante fosse partito da un progetto ormai risalente alla fine degli anni ‘50, ha comunque saputo confermare l’innegabile qualità dell’ingegneria aeronautica italiana rinnovandosi nella sua avionica con l’installazione di nuovi quanto sofisticati sistemi di bordo denominati “EMS” ed “Elint” quest’ultimi necessari, oltre che per la ricerca, scoperta ed identificazione dei natanti, anche per le funzioni di  “telerilevamento”, un settore davvero innovativo per l’epoca.

Oggi tutte queste funzioni sono state operativamente assorbite prima dagli aerei ATR 42MP e poi dagli aerei ATR 72MP (questi di piuttosto recente acquisizione e che con gli elicotteri AW 139 ed AW 169 completano il processo di ammodernamento della flotta aerea GDF).

Un ultimo finale passaggio sull’aeroporto di Pratica di Mare ha così decretato la degna dismissione di questo prezioso aereo, che comunque rimarrà negli annali della Guardia di Finanza oltre che nei ricordi e nel cuore di quanti hanno avuto la fortuna di pilotarlo per servire gli interessi del Paese.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

L’articolo Guardia di Finanza: Pratica di Mare, l’aereo “Piaggio P.166” compie il suo ultimo volo nel 68° anniversario della costituzione del Servizio Aereo del Corpo proviene da Report Difesa.

What do you think?

Written by Report Difesa

Quotidiano di geopolitica e di sicurezza nazionale ed internazionale.

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

GIPHY App Key not set. Please check settings

Loading…

The Batman, al cinema dal 3 marzo l’eroe tormentato e gotico di Pattinson

Sonic 2- Il film: il nuovo trailer e le immagini dell’atteso sequel con il “grande Blue Justice”