in

Marina Militare, Nave Alpino e lo “storico” incontro a Boston con la U.S.S. Constitution

 

Di Lia Stani

Boston. L’eccellenza per l’equipaggio di Nave Alpino, al comando del Capitano di Fregata Davide Da Pozzo, è ormai una competenza e un mero processo continuo nella campagna in Nord America. Nella rada di Boston (USA) prima di giungere all’ormeggio nel porto, l’Unità nell’ultima tappa di ieri, ha incrociato la USS Constitution. La “nave di Stato” della US Navy, è una Fregata pesante a tre alberi, in legno. Varata il 28 ottobre 1797 e battezzata in omaggio alla Costituzione degli Stati Uniti, è la più vecchia nave al mondo ancora galleggiante. Detta“Old Ironsides”, in servizio attivo nella Marina americana, è incaricata di promuovere la propria Forza Armata e di onorare l’arrivo di altre Unità in occasioni speciali come nel caso di Nave Alpino, per la prima volta negli USA. Un “incontro” repleto di significato storico per entrambe le Marine, suggellato dallo scambio di “onori”.

 

La USS Navy, la più vecchia nave al mondo

A bordo della FREMM, dopo l’ormeggio al Black Cruise Terminal, il Segretario della USN (o SEC.NAV) Richard Spencer, chief executive officer del Dipartimento della Marina degli USA, insieme al Segretario degli Interni Ryan Zinke e al Console generale di Boston Nicola De Santis, hanno visitato i moderni sistemi tecnologici e di ultimissima generazione dell’Unità, esempio di eccellenza della cantieristica italiana.

Contraddistinta dal distintivo ottico F 594, secondo la classificazione NATO, l’Alpino, è una Fregata di nuova generazione, caratterizzata da spiccate innovazioni tecnologiche e dalla possibilità d’impiego in vari contesti operativi. È la quinta FREMM e la quarta in versione “antisommergibile” (Anti Submarine Warfare – A.S.W.). Imbarca un equipaggio di 168 uomini e donne e, grazie ai suoi 200 posti letto totali, è in grado di ospitare lo staff di un comando complesso, un team di Forze Speciali ed una squadra di specialisti per l’impiego di due elicotteri medio-pesanti.

Ha un dislocamento di 6700 tonnellate e raggiunge i 27 nodi di velocità grazie alla propulsione ibrida CODLAG (una turbina a gas e due motori elettrici) che garantisce altresì bassi consumi e autonomie elevate.

La Campagna in Nord America è rilevante, come sottolineato dall’inizio delle attività, sia per la possibilità di proiettare l’immagine della Marina Militare, delle Forze Armate e del sistema Paese in aree di non usuale gravitazione, sia per il supporto fornito alla competitività internazionale di importanti realtà nazionali. In tale ambito si inquadra anche l’importante attività tesa a mostrare e far conoscere le capacità operative dell’Unita a favore di delegazioni composte da membri del congresso degli Stati Uniti e ufficiali della US Navy nell’ambito del processo informativo per la definizione, da parte della Marina statunitense, di una nuova classe di Fregate (programma di acquisizione statunitense denominato Future Frigate Program FFG X) destinata a colmare il gap capacitivo tra le Littoral Combat Ship (LCS) e le unità classe Arleigh Burke.

Per Report Difesa continua il viaggio a bordo della Fremm,  in sosta a Boston fino al 12 giugno prossimo, per poi ricominciare a navigare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

L’articolo Marina Militare, Nave Alpino e lo “storico” incontro a Boston con la U.S.S. Constitution proviene da Report Difesa.

Report Difesa

Written by Report Difesa

Quotidiano di geopolitica e di sicurezza nazionale ed internazionale.

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

Marina Militare, per la campagna oltreoceano Nave Alpino in sosta a Boston fino al 12 giugno

HELP the Ocean

“HELP the Ocean”, al Foro Romano l’appello capitolino al mondo per la salvaguardia dell’ambiente