in

Terremoti: sono stati 16.302 gli eventi sismici. Lo comunicano i dati dell’INGV

ROMA. Sono 16.302 i terremoti registrati nel 2022 sul territorio italiano e nelle aree limitrofe dalla Rete Sismica Nazionale. Si tratta di una media di 44 eventi al giorno, quasi uno ogni 30 minuti

Quelli più forti sono stati localizzati al di fuori del territorio italiano o in mare lungo le coste, analogamente a quanto accaduto anche nel 2021.

Distruzione dopo una scossa devastante

Eventi sismici di magnitudo pari o superiore a 5.0 sono avvenuti in Algeria, in Bosnia, nel Golfo di Policastro nel Tirreno, e nel Mare Adriatico.

Proprio al largo della costa marchigiana pesarese è avvenuta la più importante sequenza sismica del 2022, iniziata la mattina del 9 novembre con due terremoti di magnitudo 5.5 e 5.2 avvenuti a circa un minuto di distanza traloro, risentiti in un’area molto vasta dell’Italia centro settentrionale.

Il numero totale di terremoti localizzati in Italia nel 2022 è di poco superiore a quello del 2021 e si mantiene stabile intorno ai 16 mila terremoti dal 2019, in calo rispetto agli anni 2016, 2017 e 2018 caratterizzati dalla sequenza sismica in Italia centrale (Amatrice-Norcia-Visso) iniziata il 24 agosto 2016. Il contributo di questa sequenza in termini di numero di eventi è comunque importante anche nel 2022, rappresentando circa il 30% del totale della sismicità registrata in Italia.

Personale dell’Esercito interviene nel terremoto di Amatrice

Su 16.302 eventi registrati e localizzati, 2.207 hanno avuto una magnitudo pari o superiore a 2.0 e 258 hanno avuto una magnitudo compresa tra 3.0 e 3.9.

Ventisette sono stati di magnitudo compresa tra 4.0 e 4.9. Undici dei quali sono stati localizzati nei Paesi limitrofi all’Italia: Bosnia-Herzegovina, Albania, Grecia, Malta, Germania.

Alcuni, invece, nei mari circostanti la penisola (Adriatico, Tirreno) e soltanto 4 in terraferma italiana.

Uno ha avuto come epicentro la provincia di Agrigento (magnitudo 4.1), uno in quella di Catanzaro (magnitudo 4.3), un altro in provincia di Reggio Emilia (magnitudo 4.3) e uno in provincia di Genova (magnitudo 4.0).

Sei eventi hanno avuto una magnitudo superiore o uguale a 5.0, tre dei quali avvenuti al di fuori del territorio italiano (Algeria e Bosnia), uno molto profondo nel Golfo di Policastro, e i due eventi principali della sequenza sismica Mar Adriatico al largo della Costa marchigiana pesarese.

Il primo di magnitudo 5.5, è  avvenuto alle 7:07 del 9 novembre ed è stato l’evento più forte registrato in Italia nel 2022.

L’immagine rappresenta l’area interessata dal terremoto che ha colpito l’Italia Centrale

In Calabria, si è registrato il terremoto più forte in terraferma. E’ stato un evento di magnitudo 4.3 ed è stato registrato sulla costa ionica in provincia di Catanzaro il 13 ottobre 2022 alle 00:44 (ora italiana).

La Sicilia, invece, è la regione che ha fatto registrare più terremoti di magnitudo pari o superiore a 2.0. Nell’isola si sono avuti 184 eventi con questa magnitudo.Se si contano anche terremoti molto piccoli di 2.0, il primato sarebbe condizionato dalla densità della rete sismica – più fitta in alcune zone d’Italia – e “vincerebbero” Marche e Umbria.

La regione con meno terremoti  è stata, come sempre, la Sardegna.

Come negli anni precedenti, anche nell’anno passato sono state registrate numerose sequenze sismiche più o meno lunghe, alcune delle quali già attive negli anni precedenti come la sequenza in Italia centrale iniziata nell’agosto 2016.

Le sequenze sismiche del 2022 sono state generalmente di breve durata e con valori di magnitudo non elevati, ad eccezione della sequenza in Mar Adriatico, al largo della costa marchigiana pesarese, che ha prodotto eventi anche di magnitudo superiore a 5.

Intervento dei soccorsi

La sequenza è iniziata la mattina del 9 novembre con due terremoti di magnitudo 5.5 e 5.2 avvenuti a circa un minuto di distanza tra loro.

I due eventi sono stati risentiti in un’area molto vasta dell’Italia centro settentrionale, in particolare lungo la costa Adriatica, dal Friuli alla Puglia, provocando anche lievi danni in alcuni comuni tra le province di Pesaro e Ancona.

In totale, in poco meno di due mesi dal 9 novembre alla fine del 2022, nell’area della sequenza sono stati localizzati circa 740 terremoti, 3 di questi di magnitudo compresa tra 4.0 e 4.2.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

L’articolo Terremoti: sono stati 16.302 gli eventi sismici. Lo comunicano i dati dell’INGV proviene da Report Difesa.

What do you think?

Written by Report Difesa

Quotidiano di geopolitica e di sicurezza nazionale ed internazionale.

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

GIPHY App Key not set. Please check settings

Loading…

Carabinieri: in onda una nuova stagione di Avamposti, la docu-serie di Claudio Camarca. Le telecamere al seguito dei Nuclei Operativi

Guardia di Finanza: corruzioni ed estorsioni aggravate dal metodo mafioso per l’assegnazione di loculi cimiteriali. Arrestate 6 persone nel Casertano