in

Aeronautica Militare: attivazione antincendio boschivo in Sicilia

Dalla base aerea di Trapani Birgi, nel pomeriggio di ieri, è decollato  un elicottero HH-139A dell’82° Centro C.S.A.R. (Combat Search and Rescue – Ricerca e Soccorso)  per spegnere un incendio nella zona di Parchi di Castellammare del Golfo (TP).

Su ordine del C.O.A. (Comando Operazioni Aeree) di Poggio Renatico (Fe) in coordinamento con il S.O.U.P. (Sala Operativa Unificata Permanente) della Regione Sicilia, l’equipaggio è decollato dopo aver prelevato acqua per lo spegnimento con l’apposita benna, per dirigersi nella zona in fiamme. Le operazioni di spegnimento sono state divise in due fasi, per un totale di oltre quattro ore di volo, 3 trentasette sganci ed il rilascio di 25.900 litri di acqua, al termine dei quali l’equipaggio dell’Aeronautica Militare è riuscito a domare l’incendio.

La prima attivazione dell’HH-139A si è conclusa nel tardo pomeriggio, dopo oltre due ore di volo, con 18 sganci ed il rilascio di 12.600 litri di acqua. Rientrato in Base, l’equipaggio ha ricevuto il secondo ordine di decollo. Partito alle 19:20 dall’Aeroporto di Trapani e raggiunta l’area interessata dall’incendio dopo circa 15 minuti, l’elicottero ha continuato le operazioni di spegnimento fiamme fino a sera , effettuando 19 sganci e rilasciando 13.300 litri di acqua. Domato l’incendio l’elicottero è rientrato in aeroporto, restando comunque in prontezza di allarme e a servizio della collettività.

La Difesa, per la lotta agli incendi nella regione Sicilia, ha messo a disposizione diversi assetti delle Forze Armate. Un primo intervento dell’Aeronautica Militare nell’ambito di questo dispositivo si era svolto già lo scorso 3 luglio.

L’antincendio è una delle capacità duali che l’Aeronautica Militare, in concorso con le altre Forze Armate, mette a disposizione della collettività nei casi di pubblica utilità o in occasioni di calamità, operando in questo caso in stretto contatto e a supporto delle diverse agenzie e corpi dello Stato impegnati nei soccorsi.

L’82° Centro C.S.A.R. è uno dei Reparti del 15° Stormo dell’Aeronautica Militare che garantisce, 24 ore su 24, senza soluzione di continuità, la ricerca ed il soccorso degli equipaggi di volo in difficoltà, concorrendo, inoltre, ad attività di pubblica utilità quali la ricerca di dispersi in mare o in montagna, il trasporto sanitario d’urgenza di ammalati in pericolo di vita ed il soccorso di traumatizzati gravi, operando in qualsiasi condizione meteorologica. Dalla sua costituzione ad oggi, gli equipaggi del 15° Stormo hanno salvato più di 7.300 persone in pericolo di vita.

Nel corso della prima parte del 2018 gli equipaggi dell’82° Centro C.S.A.R. hanno acquisito la capacità AIB (Anti Incendi Boschivi) con l’elicottero in dotazione, il moderno HH-139A, partecipando attivamente al dispositivo posto in essere dalla Regione Sicilia per fronteggiare l’emergenza incendi. L’azione di contrasto ai fronti di fuoco dell’HH-139A spesso si affianca a quella dei velivoli Canadair, rischierati sempre sulla base trapanese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

L’articolo Aeronautica Militare: attivazione antincendio boschivo in Sicilia proviene da Report Difesa.

What do you think?

0 points
Upvote Downvote

Total votes: 0

Upvotes: 0

Upvotes percentage: 0.000000%

Downvotes: 0

Downvotes percentage: 0.000000%

Report Difesa

Written by Report Difesa

Quotidiano di geopolitica e di sicurezza nazionale ed internazionale.

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

ESERCITO ITALIANO: CONCLUSA L’ESERCITAZIONE “DART ARMOURED”

Gruppo riposo allenamento all rit

Doppia seduta di allenamento anche nel secondo giorno del ritiro della Roma: esercitazioni per reparti e partitella