in

Esercito: a Modena la cerimonia del “Mak π 100” degli Allievi Ufficiali del 202° Corso “Onore”

Modena. Oggi, alla presenza del capo di Stato Maggiore dell’Esercito, Generale di Corpo d’Armata Pietro Serino, si è svolta al Parco Novi Sad di Modena, la tradizionale cerimonia del “Mak π 100” degli allievi Ufficiali del 202° Corso “Onore” dell’Accademia Militare, che segna i cento giorni mancanti alla promozione al grado di Sottotenente dell’Esercito e dell’Arma dei Carabinieri.

Cerimonia del “Mak π 100” degli Allievi Ufficiali del 202° Corso “Onore”

All’evento erano presenti il Comandante per la Formazione, Specializzazione e Dottrina dell’Esercito, Generale di Corpo d’Armata Carlo Lamanna, nonché numerose autorità civili, militari, e religiose.

L’arrivo degli allievi al Parco Novi Sad di Modena

Tutto è stato trasmesso in diretta streaming sul sito dell’Esercito.

Il Reggimento Allievi ha sfilato per le vie cittadine e si è schierato all’interno del Parco, a testimonianza del profondo legame che unisce l’Accademia Militare alla città.

Un momento del saggio ginnico

Nel suo intervento il Generale Serino, dopo aver ringraziato le autorità intervenute, ha voluto sottolineare l’importanza del traguardo raggiunto dagli Allievi del 202° Corso “Onore”, elencando, nei passaggi focali del suo discorso, quelle che devono essere le caratteristiche necessarie e fondamentali per un Ufficiale chiamato ad affrontare incarichi di comando con responsabilità crescenti, affermando “autodisciplina, esempio e competenza sono le tre chiavi che vi permetteranno di accedere alla leadership, di diventare dei bravi comandanti. Sono le chiavi che troverete attraverso il vostro impegno e la responsabilità che sentirete guardando con meritato orgoglio quella luccicante prima stelletta”.

L’intervento de capo di SME, Generale di Corpo d’Armata Pietro Serino

La celebrazione del “Mak π 100” è una tradizione che risale al 1840.

Il passaggio della Stecca Accademica è una tradizione che risale al 1840

Con il passaggio della “Stecca Accademica” gli allievi più anziani, giunti ormai al termine del biennio di studi, cedono agli allievi più giovani la “Stecca”, riproduzione in grande scala di un piccolo attrezzo in legno, con una scanalatura centrale, che veniva usato, un tempo, per lucidare i bottoni metallici della giubba dell’uniforme senza sporcarne il tessuto.

il discorso del Comandante per la Formazione, Specializzazione e Dottrina dell’Esercito, Generale di Corpo d’Armata Carlo Lamanna

Anche quest’anno, gli allievi Ufficiali, prossimi alla promozione a Sottotenente, hanno deciso di promuovere un’attività benefica a favore della Fondazione Onlus “La Lega del Filo d’Oro” che dal 1964 è un punto di riferimento per l’assistenza, l’educazione, la riabilitazione, il recupero e la valorizzazione delle potenzialità residue e il sostegno alla ricerca della maggiore autonomia possibile delle persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali.

Sono stati, inoltre, consegnati i premi agli Ufficiali particolarmente meritevoli del 201° Corso “Esempio”, distintisi nelle discipline universitarie, militari e nelle attività ginnico-sportive, nel biennio accademico 2019-2021.

Premiato una Ufficiale donna del 201° Corso “Esempio”

Il Mak π 100 rappresenta, altresì, il momento in cui gli Allievi Ufficiali, terminati gli impegni di studio universitari e militari, iniziano le attività addestrative, le esercitazioni e i corsi presso i poligoni e gli Enti della Forza Armata, indispensabili per completare la formazione dei futuri Comandanti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

L’articolo Esercito: a Modena la cerimonia del “Mak π 100” degli Allievi Ufficiali del 202° Corso “Onore” proviene da Report Difesa.

What do you think?

Written by Report Difesa

Quotidiano di geopolitica e di sicurezza nazionale ed internazionale.

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

GIPHY App Key not set. Please check settings

Loading…

Marina Militare: con l’Istituto Superiore di Sanità per la salute del pianeta, al via il progetto “SEA CARE”

Esercito: Grande Guerra, 106 anni fa la Battaglia degli Altipiani. Grazie agli Autieri la vittoria fu più vicina. Celebrata la costituzione dell’Arma dei Trasporti e Materiali