in

Perché #gattinisuSalvini?

È nato per gioco. La pagina Fb Progetto Kitten aveva organizzato per ieri “un’invasione controllata” di gattini sulla pagina di Matteo Salvini. Al flash mob virtuale, previsto dalle 15 alle 15.30 di ieri, si sono iscritti in 22mila.
Il messaggio della pagina è quello di “Portare pucciosi gattini messaggeri di amore sulle bacheche di chi la prende troppo sul serio!”. Definendosi apolitici e apartitici, quelli di Progetto Kitten hanno dichiarato che “oggi tocca a Salvini, domani magari alla Boldrini, dopodomani a chiunque debba essere pucciosamente Gattizzato!”.
Ma perché Salvini è stato scelto come obiettivo? Sono gli stessi organizzatori a spiegare che “Dopo i toni accesi su ‘tortura’ e ‘fucilate’ Salvini ha bisogno di essere puccettato! Scatenate pucciosi gattini sulla bacheca di Salvini in nome dell’amore! Chiunque vorrà partecipare potrà postare un ‘puccioso gattino’ sulla bacheca di Salvini donando parole d’amore come: Felicità! Gioia! Abbracci! Miaoooo!”.
Schermata 2015-05-08 alle 14.27.33
Questo era il gioco che doveva concludersi in quella mezz’ora. Perché si sa, i flash mob sono eventi rapidi e improvvisi che si concludono in un breve lasso di tempo. Forse non ci si era resi conto della vitalità del web. Da più di 24 ore la bacheca di Salvini è invasa da foto di gattini e fotomontaggi del segretario della Lega circondato da mici e su Twitter l’hashtag #gattinisusalvini continua a circolare.
Personaggi della musica come JAx e Piotta hanno inserito una foto con i loro gatti.
Schermata 2015-05-08 alle 14.49.44 11163923_10150502256549981_6919434713473454952_n
Chi sarà il prossimo ad essere Gattizzato?
A.

Segui Yepper!

Clicca MI PIACE sulla nostra fanpage Facebook per essere sempre aggiornato sui migliori contenuti da condividere e commentare con i tuoi amici!

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

Si riuniva oggi il primo Parlamento della neonata Repubblica Italiana

9 maggio: Mussolini annunciava la nascita dell'Impero