in

Al Chiostro del Bramante arriva “DREAM, l’arte incontra i sogni”, la nuova onirica mostra curata da Eccher (FOTO)

Dal 29 settembre 2018 al 5 maggio 2019 in scena un tema che diventa viaggio, scoperta, conoscenza, emozione: il sogno

DREAM, l'arte incontra il sogno collage

Danilo Eccher, dopo le mostre Love (2016) ed Enjoy (2017), entrambe allestite al Chiostro del Bramante, in qualità di curatore ha così presentato, nella medesima splendida cornice capitolina, la nuova esposizione “DREAM, l’arte incontra i sogni”: “Si tratta di un insieme di realtà parallele; il sogno rappresentata un viaggio che si sviluppa attraverso tante identità, vogliamo che il pubblico riesca ad accettare la sfida in modo tale da immergersi nel viaggio attraverso queste realtà. Ogni stanza ne prende le sembianze e rappresenta un sogno diverso dall’altro. DREAM richiede un piccolo sforzo: la curiosità del viaggio e la voglia di stare immersi in tali ambientazioni”.

DREAM, l'arte incontra il sogno collage
Danilo Eccher presenta DREAM, l’arte incontra i sogni

Eccher ha così proseguito descrivendo la mostra che sarà aperta al pubblico dal 29 settembre 2018 al 5 maggio 2019: “Si tratta di un lavoro che nasce in rapporto con gli artisti e in piena collaborazione con loro. Con questa mostra il Chiostro del Bramante diventa uno dei grandi competitor a livello internazionale. Proprio grazie al Chiostro a Roma ora si potrà ammirare una delle più importanti esposizioni in mostra. Si può così competere con le grandi fondazioni italiane. DREAM è una mostra articolata per ambienti, serve curiosità e attenzione per vivere a pieno l’esperienza. Alcune opere richiedono tempo per essere comprese, come quella che rappresenta il mondo, ci si deve difatti sdraiare e guardare il cielo come nella notte di San Lorenzo. In alcuni frangenti il sogno può diventare incubo ma è qui che si trasforma in arte. DREAM è la rappresentazione dell’idea di sogno, una dimensione altra che trascende la fisicità della percezione per accedere nei territori dell’emozione, dell’incanto, della poesia”.

20 grandi protagonisti dell’arte contemporanea raccontano il loro sogno attraverso opere visionarie, accompagnando gli spettatori in un viaggio all’interno della perfetta architettura rinascimentale di Donato Bramante. Una mostra che parla di desideri, aspettative, paure esorcizzate, fantasie, in un percorso da visitare a occhi aperti oppure chiusi, dove a opere site specific si alternano lavori riletti e ripensati all’interno delle sale.

DREAM, l'arte incontra il sogno collage

Gli artisti: Jaume Plensa, Anselm Kiefer, Mario Merz, Giovanni Anselmo, Christian Boltanski, Doris Salcedo, Henrik Håkansson, Wolfgang Laib, Claudio Costa, Kate MccGwire, Anish Kapoor, Tsuyoshi Tane, Ryoji Ikeda, Bill Viola, Alexandra Kehayoglou, Peter Kogler, Tatsuo Miyajima, Luigi Ontani, Ettore Spalletti, James Turrell.

Completa il progetto Le voci del sogno: per la prima volta al mondo le parole di uno scrittore, ispirate alle opere degli artisti protagonisti di DREAM e interpretate da 14 attori italiani, accompagnano il pubblico in mostra attraverso una audioguida14 racconti inediti di Ivan Cotroneo diventano evocazione in un percorso straordinario, libero da confini didattici, capace di amplificare, di creare un altro sogno.

DREAM, l'arte incontra il sogno collage

Gli attori: Valeria Solarino, Alessandro Preziosi, Cristiana Capotondi, Alessandro Roja, Valentina Cervi, Angela Baraldi, Brando Pacitto, Simona Tabasco, Giulia Bevilacqua, Giuseppe Maggio, Isabella Ferrari, Marco Bocci, Matilda De Angelis, Matteo Giuggioli.

“Siamo orgogliosi de Le voci del sogno, un progetto inedito, orgogliosi della collaborazione con un autore di talento come Ivan Cotroneo, con un gruppo di attori tanto straordinari quanto generosi. Chiostro del Bramante conferma, con questo progetto sperimentale, l’attenzione nei confronti dei suoi tanti pubblici perché l’arte sia condivisa”. Queste le parole di Natalia de Marco, DART – Chiostro del Bramante.

Il visitatore potrà immergersi nelle opere facendosi letteralmente raccontare dalle voci ciò che sta ammirando e vivendo. Ad esempio Roja descrive così l’opera di Kiefer: “Sono troppe le stelle, troppi gli impegni, troppe le cose da fare. […] Non capisco se muta la materia di cui sono fatte o sono io che cambio, mi entrano dentro piano. Come una carezza, lanciano i loro fili come una ragnatela e io divento burattino delle stelle. […] Sonno, sogno, la gravità non esiste più, sono qui sul mio letto ma non ci sono, sono qui con loro, è un sogno che si ripete ogni notte, per favore non svegliatemi. No”. Capotondi chiude invece così, rappresentando l’alba e l’opera di Turrell in una maniera poetica, delicata e ancora sognante: “Questo non è un addio. È solo la mia mano che si stacca dalla tua per lasciarti libero di camminare. Vai”.

DREAM, l'arte incontra il sogno collage

Una mostra pensata per tutti anche per i più piccoli: Un progetto ideato e realizzato da Antenna International dedicato ai più piccini. Una speciale audioguida avrà come protagonisti gli Esplorasogni, un gruppo di quattro ragazzini accompagnerà i giovani visitatori alla ricerca dei bei sogni per risolvere i problemi di insonnia degli adulti.

grandi protagonisti dell’arte contemporanea si rivelano attraverso opere intime e visionarie. Un luogo straordinario: Chiostro del Bramante di Roma. A occhi aperti oppure a occhi chiusi, di notte o di giorno, nel cassetto o realizzati: una mostra che parla di desideri, aspettative, fantasie, paure esorcizzate. Una mostra che permette allo spettatore di dare forma ai propri sogni.

DREAM è un percorso allegorico verso la parte più segreta dell’animo umano; attraverso l’idea di viaggio viene sviluppato il tema del sogno che costituisce il canale o “la strada reale”, secondo il pensiero di Sigmund Freud, per entrare in contatto con l’inconscio e la dimensione spirituale.

DREAM, l'arte incontra il sogno collage

La mostra, curata da Danilo Eccher, affronta il sogno come elemento di riflessione, di scoperta, come espressione privata, come porta d’accesso allo spazio più profondo dell’animo. Un percorso espositivo immaginato come un’esperienza che conduce il pubblico dalle zone più in ombra alla dimensione meditativa, fino agli spazi celesti dell’anima. Un viaggio fisicosurrealementale e onirico che guida gli spettatori attraverso una serie di tappe e passaggi, soste e ripartenze: dall’immersione nella natura a un confronto con le forme, dall’evocazione di memorie personali e collettive al contatto con la materia, dalle ombre, i suoni, il buio verso l’immersione totale nella luce.

DREAM completa la trilogia, ideata e curata da Danilo Eccher per Chiostro del Bramante, iniziata con Love (2016), proseguita con Enjoy (2017). Tre grandi mostre dedicate alle più intime emozioni dell’uomo, rappresentate grazie alle tante poetiche dell’arte contemporanea, tre panorami capaci di esplorare i sentimenti dell’anima: dall’ambiguità dei desideri alle più esaltanti gioie sino all’inconscio.

Percorso

Un uomo disteso a terra sotto uno sconfinato cielo stellato (A. Kiefer); una stanza invasa da fasci disterpi (M. Merz); nella confusione si perdono i punti di riferimento ma su una piccola duna di sabbia è incastonata una piccola bussola (G. Anselmo); dall’immersione della natura si intravedono luci e ombre di figure danzanti (C. Boltanski); una misteriosa creatura fatta di piume serpeggia come una temibile Demogorgone (K. MccGwire); una passerella conduce in fila oltre un albero sradicato e sospeso (H. Håkansson) fino a lievi indumenti di seta trafitti da innumerevoli spilli e ricordi (D.Salcedo); la natura spaventa ma a volte soccorre con la pacatezza dei suoi elementi, tra cenere e riso (W. Laib), altre volte si mostra nella sua grandiosità con maestosi e nobili alabastri (A. Kapoor).

DREAM, l'arte incontra il sogno collage

Si esce dalle tenebre per aspirare a una nuova dimensione, una pioggia d’oro rasserena (T.Tane), mentre suoni e immagini ridonano la dimensione del cosmo(R. Ikeda); la purificazione avviene attraverso l’acqua (B. Viola); il viaggio prosegue attraverso una soffice caverna fatta di lana e pitture rupestri (A. Kehayoglou) e dalla natura rigogliosa della Patagonia ci si ritrova improvvisamente in una dimensione labirinticaastratta e geometrica (P. Kogler). Il letto è uno dei luoghi del sogno, dormire come accesso ad altre dimensioni (L. Ontani); nel sogno vivono aperture spazio-temporali capaci di estraniare (T. Miyajima); il sogno è colori tra dolcezza e armonia (E. Spalletti); il sogno è luce e profondità che incanta e lascia intravedere l’infinito (J.Turrell).

DREAM: l’arte incontra i sogni al Chiostro del Bramante

Enjoy, al Chiostro del Bramante la mostra che diverte a tutte le età

Catalogo Skira con testi del curatore Danilo Eccher, Ivan Cotroneo e Federico Vercellone

INFO – DREAM. L’arte incontra i sogni
a cura di Danilo Eccher
29 settembre 2018 – 5 maggio 2019
Chiostro del Bramante, Roma

INFORMAZIONI | + 39 06 68 80 90 35 | m.me/chiostrodelbramante


ORARIO DI APERTURA

Da lunedì a venerdì 10.00 – 20.00 | Sabato e domenica 10.00 – 21.00 | la biglietteria chiude un’ora prima


 BIGLIETTI (audioguida compresa)

Acquisto biglietti online: www.ticketone.it

BIGLIETTO INTERO €14,00

BIGLIETTO RIDOTTO € 12,00

www.chiostrodelbramante.it

Written by Veronica Sgaramella

Nata a Roma nel Luglio 1990, laureata in Scienze Politiche, Sociologia e Comunicazione presso La Sapienza. Coordinatrice Yepper Magazine, precedentemente redattrice per Vocegiallorossa, ora collaboratrice nella redazione di 1927 On Air - la storia continua , in onda su Centro Suono Sport. SocialMente attiva, amo leggere, viaggiare e immortalare attimi.

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

Quattro Giornate di Napoli, ricordato il 75° anniversario nel capoluogo partenopeo

Polizia locale, a Ostia (Roma) elevate sanzioni in vari locali per 30 mila euro per violazione delle norme relative alla salute del consumatore