in

Di Francesco: “Siamo ancora all’inizio ma avere già tanti calciatori a disposizione mi permette di lavorare meglio”

Le parole del tecnico giallorosso al termine della prima amichevole stagionale

Il tecnico Eusebio Di Francesco, al termine dell’amichevole Latina-Roma, andata in scena allo Stadio Francioni, è intervenuto in conferenza stampa: Che cosa ho apprezzato di questo primo test? Innanzitutto era importante che i giocatori non si facessero male, in questi giorni di lavoro ho caricato abbastanza, dunque il pericolo era quello. Ho visto delle cose interessanti, altre da migliorare, come è giusto che sia all’inizio di una stagione. Il desiderio di andare a fare e gol e di verticalizzare, soprattutto nel primo tempo c’è stato come avrei voluto. Cercando ovviamente di palleggiare e non buttare via la palla, quello su cui abbiamo lavorato tantissimo in questi giorni e sui cui dovremo lavorare ancora tanto. Siamo comunque ancora all’inizio e il fatto di avere a disposizione già tanti calciatori della rosa mi permette di lavorare sicuramente meglio”.

Al sesto giorno di lavoro, rispetto a ciò che ho analizzato con Monchi, se c’è qualcosa da cambiare o se la squadra resterà questa qui? Attualmente credo che abbiamo una rosa molto ampia, questo è il momento di fare magari anche delle scelte importanti, in questi giorni sto facendo tantissime valutazioni, però il mercato è sempre vivo, specie per una squadra come la Roma. Di mercato ne ha parlato tantissimo Monchi e penso che sia la persona più indicata per poterne parlare: ha detto giustamente che la Roma si guarda sempre attorno, sotto tutti i punti di vista, sia in entrata che in uscita. Siamo attenti a tutti ed è ovvio che siamo costantemente in contatto per fare delle valutazioni”.

Se Karsdorp mi ha convinto e chi mi è piaciuto di più dei nuovi acquisti? Karsdorp si è mosso con disinvoltura, all’inizio ha fatto un po’ fatica, come tutti, nel trovare il ritmo giusto però sono contento del fatto che sia in crescita. È sciolto nella corsa e questo è motivo di soddisfazione oggi però siamo ancora agli inizi, perciò fare una valutazione definitiva in generale è troppo presto. Si è mosso bene nella seconda parte del primo tempo Pastore, quando ha cominciato a mettere giocate di qualità, quello che vogliamo da lui e mi auguro lo faccia con continuità”.

Uno Schick diverso per voglia e intensità? Credo che la voglia ci sia sempre stata. C’è maggiore conoscenza e il fatto che lui lo scorso anno è arrivato e non ha fatto la preparazione, senza così avere il tempo né di conoscere l’ambiente né di trovare una condizione migliore. In questo momento, invece lo vedo voglioso e determinato. Ancora deve migliorare determinati movimenti ma lui ha questa qualità di sapersi muovere in tutto l’arco e il fronte d’attacco, come sa fare anche Edin, con qualità importanti”.

Se era il tipo di amichevole che volevo come primo test? Solitamente si affrontano squadre diverse, rappresentative di montagna, noi abbiamo scelto una Serie D, ovvero una soluzione intermedia, per dare forza a quello che abbiamo fatto in settimana e allo stesso per far giocare tutti. Quando i carichi di lavoro sono tanti, secondo me, non è corretto fare come è capitato nella tournée americana quando sono arrivati tanti giocatori, all’ultimo momento, e si sono trovati a dover affrontare partite importanti. Questa attuale invece è una progressione e sono contento di questo. La prossima amichevole la disputeremo contro una squadra di Serie B e successivamente ci andremo a confrontare con squadre più importanti. È una cosa voluta e ne sono felice, anche del fatto che si faccia gol, perché è una cosa che dà forza e motivazione e fa aumentare negli attaccanti il desiderio di fare i movimenti che io chiedo loro”.

I cori contro Florenzi e come sta lui? Io sicuramente ho visto questi giorni risvolti positivi per la sua situazione, non dico che rinnoverà al 100% ma con la Società sono avanti, l’impressione è buona anche da quel che mi ha detto il ragazzo. Io non entro nel merito dei discorsi contrattuali, a me piace allenarli i giocatori, a certe gestioni pensano gli altri. Florenzi è comunque un giocatore della Roma per quello sono più contento quando viene incitato piuttosto di quando gli vengono dette cose che a nessuno piace sentirsi dire”.

Strootman regista? Non c’era Gonalons quindi ho messo lui. Tra i centrocampisti, dopo De Rossi e Gonalons, quello più indicato per tale ruolo è Kevin. Avrei potuto provare anche Coric però ritenevo che, nel percorso di crescita di un calciatore che arriva in un campionato nuovo è più facile, a volte, fare la mezzala che il centrale anche se ritengo che abbia più caratteristiche offensive in questo momento Ante. Kluivert spostato di fascia? Sì lui ha giocato nel suo campionato sia a destra che a sinistra e io, in questo momento, ho più destri per cui cerco di valutare in tutte le zone del campo come sono certi giocatori. A sinistra tende a venire più dentro a destra cerca di rimanere molto più aperto perché la tendenza è quella di un destro ed la normalità, va allenato anche questo. Dipende poi dalle squadre che affronti, se son chiuse, se sono aperte. Oggi a un certo punto, nel secondo tempo, loro erano molto schiacciati e giustamente facevano fatica a entrare centralmente e si cercava di entrare più dalle corsie laterali”.

Valutazione su Cristante e Marcano? Sono molto contento dell’arrivo di questi calciatori. Marcano lo conoscevo, non bene come Cristante, e prima di tutto sono contento per la sua grande applicazione negli allenamenti. Da poco si allena con noi e devo dire che la linea difensiva oggi è il reparto che è mi è piaciuto più di tutti per come si è mosso. Abbiamo fatto degli allenamenti specifici in questi giorni e mi è piaciuta la sua interpretazione, il fatto che abbia già imparato quasi tutto l’italiano, che lo capisce ed è un giocatore che ha grande disponibilità al lavoro. Per quanto riguarda Cristante, non lo devo presentare io, ha delle qualità veramente importanti e non solo tecniche ma fisiche e sotto tutti i punti di vista. È normale che debba imparare e coordinare i movimenti offensivi che noi facciamo solitamente con gli altri”.

Avatar

Written by Veronica Sgaramella

Nata a Roma nel Luglio 1990, laureata in Scienze Politiche, Sociologia e Comunicazione presso La Sapienza. Coordinatrice Yepper Magazine, precedentemente redattrice per Vocegiallorossa, ora collaboratrice nella redazione di 1927 On Air - la storia continua , in onda su Centro Suono Sport. SocialMente attiva, amo leggere, viaggiare e immortalare attimi.

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

Francioni, amichevole Latina-Roma

Latina-Roma, la prima amichevole dei giallorossi termina 0-9 (FOTO)

Mafia, Operazione della Guardia di Finanza a Palermo: 47 arrestati e sequestrati beni per oltre 6 milioni di euro