in

Festa del Cinema di Roma: presentato oggi “Il Colibrì” di Francesca Archibugi, nelle sale dal 14 ottobre

L’intenso film di apertura della manifestazione cinematografica vanta un cast eccezionale per una storia altrettanto travolgente e coinvolgente, tratta dall’omonimo romanzo di Sandro Veronesi

Il film scritto da Laura Paolucci, Francesco Piccolo e Francesca Archibugi, tratto dall’omonimo romanzo di Sandro Veronesi Premio Strega 2020 edito da La Nave di Teseo, è interpretato da Pierfrancesco Favino, Kasia Smutniak, Bérénice Bejo, Nanni Moretti, Laura Morante, Sergio Albelli, Benedetta Porcaroli, Massimo Ceccherini, Alessandro Tedeschi, Fotiní Peluso, Francesco Centorame, Pietro Ragusa e Valeria Cavalli.

Il Colibrì è prodotto da Domenico Procacci per Fandango con Rai Cinema e co-prodotto da Anne-Dominique Toussaint per Les Films des Tournelles – Orange Studio e sarà nelle sale dal 14 ottobre distribuito da 01 Distribution.

Sui titoli di coda del film, la cui colonna sonora è firmata da Battista Lena, e nel trailer, un brano inedito di Sergio Endrigo e Riccardo Sinigallia dal titolo “Caro amore lontanissimo”. Un capolavoro ritrovato dal prezioso catalogo editoriale di Sugarmusic, in collaborazione con Concertone, che Claudia Endrigo, figlia del grande cantautore, ha voluto affidare unicamente alla voce di Marco Mengoni. Le vendite internazionali de Il Colibrì sono a cura di Fandango Sales.

Trama e trailer Il Colibrì

È il racconto della vita di Marco Carrera, “il Colibrì”, una vita di coincidenze fatali, perdite e amori assoluti. La storia procede secondo la forza dei ricordi che permettono di saltare da un periodo a un altro, da un’epoca a un’altra,  in un tempo liquido che va dai primi anni ‘70 fino a un futuro prossimo. È al mare che Marco conosce Luisa Lattes, una ragazzina bellissima e inconsueta. Un amore che mai verrà consumato e mai si spegnerà, per tutta la vita. La sua vita coniugale sarà un’altra, a Roma, insieme a Marina e alla figlia Adele. Marco tornerà a Firenze sbalzato via da un destino implacabile, che lo sottopone a prove durissime. A proteggerlo dagli urti più violenti troverà Daniele Carradori, lo psicoanalista di Marina, che insegnerà a Marco come accogliere i cambi di rotta più inaspettati. Il Colibrì è la storia della forza ancestrale della vita, della strenua lotta che facciamo tutti noi per resistere a ciò che talvolta sembra insostenibile. Anche con le potenti armi dell’illusione, della felicità e dell’allegria.

Si tratta di una pellicola intensa, caratterizzata da continui intrecci tra i personaggi anche e soprattutto mediante l’espediente di ulteriori intrecci di flashback e flashforward i quali nello spettatore sortiscono, paradossalmente, un senso di maggiore intuizione e consapevolezza piuttosto di un senso di confusione, come spesso capita guardando film basati su una sequenza cronologica da successione temporale “naturale”.

Il Colibrì cattura e coinvolge immediatamente, stravolge e travolge con una pacatezza inaspettata e progressiva. Un crescendo di emozioni, situazioni e comportamenti nei quali è facile immedesimarsi, sentendosi a volte compresi, altre comprensivi e altre ancora così contrariati da sentirsi quasi feriti.

La pellicola e le ottime interpretazioni del cast in effetti feriscono tanta è l’abilità di ogni singolo attore e attrice (dai piccoli ai più grandi) di rappresentare le varie fasi della vita, con i rispettivi momenti di luce e altrettanti di buio. Il Colibrì parla invero di crescita, di ogni tipo di rapporto, della vita e della morte e soprattutto dell’importanza dei legami.

Quei “fili” invisibili ma indistruttibili che ci tengono uniti anche quando c’è distanza comunicativa ed emotiva. Si tratta di un filo che ci riporterà nonostante tutto a chi ci ha amato e abbiamo amato a nostra volta, anche quando l’oscurità diventa l’unica realtà totalizzante.

Un magistrale (come sempre) Favino impara e insegna a sua volta una “lezione importante”: perdiamo molto tempo prezioso a cercare cose che ci facciano evadere dalle nostre vite quotidiane, per riuscire a cambiarle definitivamente, senza soffermarci mai ad apprezzare davvero ciò che abbiamo, ciò che facciamo e le persone con le quali condividiamo un percorso che troppo spesso è più breve di quanto dovrebbe come Il Colibrì evidenzia da malesseri interiori e tragiche fatalità.

Dal romanzo di Sandro Veronesi vincitore del Premio Strega 2020 
edito da La Nave di Teseo con PIERFRANCESCO FAVINO,  KASIA SMUTNIAK, BÉRÉNICE BEJO, LAURA MORANTE, SERGIO ALBELLI, ALESSANDRO TEDESCHI, BENEDETTA PORCAROLI, MASSIMO CECCHERINI, FOTINÍ PELUSO, FRANCESCO CENTORAME,
PIETRO RAGUSA, VALERIA CAVALLI
e con NANNI MORETTI.

Scritto da FRANCESCA ARCHIBUGI, LAURA PAOLUCCI e FRANCESCO PICCOLO.

Una coproduzione italo-francese FANDANGO con RAI CINEMA LES FILMS DES TOURNELLES – ORANGE STUDIO. Prodotto da DOMENICO PROCACCI, Coprodotto da ANNE-DOMINIQUE TOUSSAINT.

Opera realizzata con il sostegno della REGIONE LAZIO. Una distribuzione 01 Distribution
NELLE SALE ITALIANE DAL 14 OTTOBRE.

Dal romanzo di Sandro Veronesi vincitore del Premio Strega 2020 
edito da La Nave di Teseo. Scritto da FRANCESCA ARCHIBUGI, LAURA PAOLUCCI e FRANCESCO PICCOLO. Una coproduzione italo-francese FANDANGO con RAI CINEMA LES FILMS DES TOURNELLES – ORANGE STUDIO.

Prodotto da DOMENICO PROCACCI, Coprodotto da ANNE-DOMINIQUE TOUSSAINT.

Opera realizzata con il sostegno della REGIONE LAZIO.

What do you think?

Written by Veronica Sgaramella

Nata a Roma nel Luglio 1990, laureata in Scienze Politiche, Sociologia e Comunicazione presso La Sapienza. Coordinatrice, redattrice e inviata di Yepper Magazine, precedentemente redattrice per Vocegiallorossa, poi collaboratrice e speaker @ 1927 On Air - la storia continua, in onda su Centro Suono Sport. Opinionista periodica sportiva a Gold TV. Ora co-conduttrice di Frequenze Giallorosse (ReteneTVision). SocialMente attiva, amo leggere, viaggiare e immortalare attimi.

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

GIPHY App Key not set. Please check settings

Loading…

Guardia Costiera: conclusa la tre-giorni cagliaritana sul soccorso in mare con l’esercitazione internazionale “Squalo 2022”

Cy4gate Group: la Società tra i protagonisti dell’European Midcap Event, in programma il 17 il 18 ottobre 2022 a Parigi