in

GUARDIA DI FINANZA: A PISA INTERCETTATI E SEQUESTRATI ALL’AEROPORTO 13 LINGOTTI D’ORO. STAVANO PER ESSERE ILLECITAMENTE ESPORTATI IN ALBANIA

Di Antonella Casazza

PISA. Tredici lingotti d’oro che un passeggero in partenza dall’aeroporto “Galileo Galilei” di Pisa stava tentando di esportare dal territorio nazionale sono stati sequestrati dai finanzieri del Comando provinciale, in collaborazione con i funzionari dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli (ADM).

Il passeggero, un cittadino albanese con residenza a Firenze, era in procinto d’imbarcarsi con un volo diretto a Tirana ma, proprio mentre era in attesa di essere trasferito sull’aereo che lo avrebbe condotto nella capitale albanese, è stato controllato dalle Fiamme Gialle e dai doganieri in servizio all’interno degli spazi aeroportuali e di vigilanza doganale.

Autopattuglia del Comando provinciale della GDF di Pisa

Il controllo, volto al contrasto dei traffici transfrontalieri di valuta, ha rivelato un inaspettato epilogo poiché al posto dei contanti gli operatori della GDF e dell’ADM hanno rivenuto nel bagaglio a mano dell’uomo 13 lingotti aurei aventi un grado di purezza del 999‰, di un peso di 100 grammi ciascuno (per un valore calcolato in 73.944 euro).

Ognuno dei quali recava la punzonatura di una ditta orafa di Arezzo.

I 13 lingotti d’oro puro sequestrati dalla GDF e dall’ADM

L’aver tentato l’esportazione di metalli preziosi verso l’estero senza aver preventivamente provveduto a presentare la prevista denuncia all’Unità d’Informazione Finanziaria (UIF), come disposto dalla legge numero 7 del 2000 “Nuova disciplina del mercato dell’oro”, costituisce un illecito di natura amministrativa che per lo straniero in questione comporta una sanzione pecuniaria di 29.577,60 euro, immediatamente verbalizzata dal personale operante che ha altresì provveduto al sequestro dei lingotti, al momento concentrati presso i competenti uffici della Banca d’Italia per il successivo iter procedimentale.

La vicenda ha ovviamente innescato le indagini di natura finanziaria che mirano ad accertare la provenienza del non piccolo quantitativo di oro, nonché la reale capacità contributiva del soggetto che ne è stato trovato in possesso.

È opportuno evidenziare come il risultato sia stato reso possibile anche dal Protocollo d’intesa siglato ad aprile scorso tre le due istituzioni dell’Amministrazione Finanziaria, grazie al quale lo scambio di informazioni tra GDF e ADM è stato velocizzato mentre le attività di verifica doganale congiunta risultano maggiormente agevolate.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

L’articolo GUARDIA DI FINANZA: A PISA INTERCETTATI E SEQUESTRATI ALL’AEROPORTO 13 LINGOTTI D’ORO. STAVANO PER ESSERE ILLECITAMENTE ESPORTATI IN ALBANIA proviene da Report Difesa.

What do you think?

Written by Report Difesa

Quotidiano di geopolitica e di sicurezza nazionale ed internazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

GIPHY App Key not set. Please check settings

Terrorismo: lezione del prefetto di Roma Lamberto Giannini all’Università di Roma LUMSA sul terrorismo. Bisogna fare molta attenzione al Web che è spesso un veicolo di propaganda importante

Giustizia: il Ministero invia un questionario sull’organizzazione e le esigenze degli Uffici Giudiziari per la gestione dei procedimenti relativi ai reati di violenza di genere e domestica