in

Tommy il pazzo

tommy il pazzoSopravvissuti e sopravvissute all’ascolto, Nickba è qui con voi per allietare questo esacerbante momento di solitudine e di sopraffazione della paura. Non lasciatevi dominare dalla angoscia tachicardica del cuore ritmato dal potere del nostro cervello.
Seguite le indicazioni longitudinali e latitudinali di questo luogo angosciante ma protetto e venite qui. Cercateci, non siamo distanti, non siamo cannibali, siamo stati come voi ora siete. Il luogo che pensavate non fosse mai esistito, è in essere. Svegliatevi e raggiungeteci. Penso siano calcinacci caduti dal tetto pericolante di questa stanza allucinogena, ho alzato gli occhi, una nube e un arcobaleno nel regno celeste del Bàrbelo. Ho intravisto un uomo che mi lancia fette di muro emettendo uno squittio fortissimo, la faccia brilla come il sole e le gambe sembrano due colonne di fuoco.
Hey tu, sono Tommy, ascò, ho una stò da raccontà.
Nell’attesa spasmodica di chi è in viaggio e ci sta ascoltando desideroso di arrivare a destinazione, vi infilo sul dito metallico della piastra a 33 giri il vinile originale degli U2, sunday bloody sunday tratto dall’album War. Subito dopo vi racconterò la storia tragicomica di Tommy, l’essere umano che è apparso dal Bàrbelo.
Pur essendo stato lui a palesarsi, chiedere il suo intervento è stato alquanto enigmatico e complesso. Tommy si sente un topo dopo essere stato un gatto un po’ fesso ma gatto.
Lui è lassù sulla mia testa che guarda e ride, ascolta in silenzio e annusa con saggezza.
Ti lancio il microfono Tommy?
Continua la lettura…

What do you think?

Written by i love zombie

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

GIPHY App Key not set. Please check settings

Loading…

"Immigrazione e terrorismo"

Il tiratore