in

Cena con Delitto: l’intrigante e carismatico mistery movie di Rian Johnson, al cinema dal 5 dicembre

Irriverente, intelligente e divertente dall’inizio alla fine: Knives Out è un giallo moderno e al tempo stesso popolare

Cena con Delitto

Il nuovo intrigante mistery movie Knives Out – Cena con Delitto“, omaggio del regista e sceneggiatore Rian Johnson alla regina del giallo Agatha Christie, vede un cast notevole protagonista di una storia nella quale tutti, nessuno escluso, possono essere il possibile assassino di Harlan Thrombey (Christopher Plummer), un agiato romanziere che prende una decisione importante che cambierà il destino di tutti coloro intorno a lui.

Gli altri in questione sono Daniel Craig, Chris Evans, Jamie Lee Curtis, Toni Collette, Ana De Armas, Christopher Plummer, Micheal ShannonDon Johnson, Lekeith Stanfield, Katherine Langford e Jaeden Martell. Tutti loro, in Cena con Delitto, sono più di quel che sembrano. Del resto si tratta di un film imprevedibile che si snoda tra svolte narrative e stilistiche sorprendenti.

Volevo fosse davvero un film moderno, divertente, pieno di idee nuove e di intrighi e soprattutto incentrato sulle dinamiche familiari.

Rian Johnson
Cena con delitto collage

E il nuovo film che uscirà nelle sale cinematografiche italiane il prossimo 5 dicembre, diffuso da 01 Distribution, è veramente esilarante e avvincente allo stesso tempo. La narrazione non subisce mai brusche battute d’arresto, pur includendo intensi momenti di suspense e false piste da seguire.

Potrebbe sembrare la tipica storia che ricade nei cliché dei gialli ma non è così. Quando si è sul punto di aver colto la chiave di volta della vicenda ci si rende conto di aver preso un abbaglio. Solo al termine di film ogni tassello tornerà al proprio posto rendendo tutto finalmente chiaro. Ma non banale.

Notevoli le interpretazioni di tutto il cast, anche se una menzione speciale va senza dubbio, oltre che a Christopher Plummer, a Daniel Craig, Chris Evans, Jamie Lee Curtis, Toni Collette e Ana De Armas. Famoso per la serie di Bond, (Casino Royale, Quantum of Solace, Skyfall, Spectre) Daniel Craig interpreta il famoso dectective privato e decisamente anticonvenzionale Benoit Blanc.

Lungometraggio di chiusura della 37a edizione del Torino Film Festival oltre ad essere geniale lancia una critica alla società attuale nonché un bel messaggio sull’integrazione e l’inclusione, da cogliere insieme ai vari indizi sapientemente dosati nell’evoluzione della storia e in base allo sviluppo degli eventi.

cena con delitto

Le storie di Agatha Christie non erano sulle cause, se osservi bene i personaggi, erano storie che rispecchiavano la società britannica del tempo. Questo elemento tende a non essere recepito oggi, con tutti quei maggiordomi e colonnelli. Si dimentica che in quel periodo storico erano dei riferimenti attuali per tutti i livelli della società. Quindi per me era stimolante l’idea di usare questo genere cinematografico per guardare all’America contemporanea e al tipo di persone a cui siamo abituati oggi.

Rian Johnson

Al centro di Cena con Delitto c’è la vittima, Harlan Trombey, uno scrittore di romanzi gialli di successo che ha accumulato una fortuna economica, un seguito di lettori leali (e una cricca di parenti sfaticati), grazie alla forza della sua creatività e a un duro lavoro. Ma è anche un uomo che negli ultimi anni ha iniziato a rammaricarsi per le conseguenze che la sua esorbitante ricchezza ha avuto sulle persone amate.

Ad interpretarlo un’entusiasta Christopher Plummer,  vincitore dei premi Oscar®, Emmy® e Tony. Secondo il regista il celebre attore era perfetto per il suo personaggio, avendo dato complessità e sfumature, da quelle divertenti a quelle più cupe, ad Harlan.

Cena con Delitto

Dopo la morte improvvisa di un uomo ricco, si ritrovano nella sua elegante tenuta un gruppo variegato di persone che fanno parte della famiglia e dello staff con i loro segreti nascosti e i loro strani comportamenti, che danno vita a una serie di eventi rompicapo nel corso di un gioco al gatto col topo. 

In Knives Out-Cena con Delitto di Rian Johnson, lo scenario atemporale del genere classico è trasposto in una versione acuta e tagliente sulle abitudini sociali e la vita familiare del 21° secolo.  

Johnson rivisita il classico giallo umoristico, con un grande cast, ma in sintonia con i nostri tumultuosi tempi. Tutto inizia con un gruppo multigenerazionale di stelle del cinema, ognuna delle quali pronta a divertirsi nel costruire dei personaggi così imprevedibili e psicologicamente instabili. Il gruppo si destreggia tra retroscena, rapporti conflittuali e ragioni segrete, con più avvitamenti a spirale di un apribottiglia.  

Cena con Delitto

I conflitti familiari esplodono la sera dell’85esimo compleanno del famoso scrittore di noir Harlan Thrombey. La mattina dopo viene trovato morto. Con una ferita sul collo e un coltello in mano, all’apparenza sembra un semplice caso di suicidio. Ma il detective Benoit Blanc (Daniel Craig), anche detto “l’ultimo degli investigatori gentiluomini” intuisce che si tratta di un omicidio.

Non appena lui e la polizia locale iniziano ad interrogare la famiglia e lo staff, è evidente fin da subito che nessuno dei sospettati ha una storia credibile che provi la propria innocenza. Quando i rancori raggiungono il loro culmine iniziano a litigare e ad imbrogliare, fino alla scioccante rivelazione finale, quando tutto quello che hanno detto su di sé e l’uno nei confronti dell’altro, verrà smascherato.

Le opinioni di alcuni membri del cast

Mi sono imbattuto nello scrittore e storico della Guerra Civile Shelby Foote, che ha questo bellissimo accento quasi lirico, sono partito da questa ispirazione, alla fine ho trovato il coraggio di registrare qualcosa per Rian e lui ha risposto “ok, facciamolo”. Sono cresciuto con i film di Agatha Christie. Amo anche Trappola Mortale con Michael Caine e Christopher Reeve, questi film da camera, dove tutto si svolge in uno stesso luogo, ma Rian ha dato un tocco di freschezza e un acume che lo ha reso molto moderno e molto divertente. Inoltre è molto bravo a gestire tutta quella energia sul set. È davvero molto preparato e, da scrittore, sa esattamente quello che vuole da ogni attore. Inoltre non è un regista invadente. Ha capito che ci deve essere allegria quando lavori, e io credo che questa allegria che ha incoraggiato durante le riprese, arrivi al pubblico.
Daniel Craig
Cena con Delitto

Quello che più mi ha attratta di questo progetto è che ho percepito che si sarebbe trattato del tributo di Rian all’intera storia dei genere mistery e che avrebbe portato contemporaneamente un’energia nuova a questa genere cinematografico. È un film che senti incredibilmente attuale, perché è veloce, complesso e così finemente intrecciato. Rian prima mette i personaggi su un terreno sicuro e poi li allontana da quel terreno, in modo che non sai mai dove stia andando la storia. Eravamo un gruppo così eterogeneo e multigenerazionale, è stato affascinante. Si sono divertiti tutti molto con il proprio personaggio. E penso che questo sia stato possibile perché Rian ci ha dato molta fiducia, è stato aperto alle nostre improvvisazioni. Ha lasciato che le dinamiche si creassero davvero, così da essere davvero produttivi tutti insieme. E’ stato stimolante avere un regista così puntiglioso ma anche in grado di mollare le redini per fare in modo che ognuno ci si buttasse dentro e trovasse la propria strada.
Toni Collette
Cena con Delitto

Quando questa famiglia si riunisce, come molte famiglie, tutti perdono un po’ la testa, e fanno scintille e con questi attori, non c’è niente di meglio che guardare il film fino alla fine. Si tratta di una di quelle sceneggiature a cui ti appassioni, il tipo di film che mi piace e che non credo sia prodotto spesso. Solitamente interpreto ragazzi bravi e generosi o leader, quindi è stato divertente avere la possibilità di interpretare qualcuno che invece pensa solo a sé stesso. Ed è stato bello poter fare qualcosa di completamente diverso rispetto all’ordinario. Il mio personaggio è cinico, arrogante ed ha una delle caratteristiche più pericolose che una persona possa avere: pensa di non avere mai la colpa di niente e di essere sempre la vittima. Credo derivi dal fatto che senta la pressione e le forti aspettative su di lui da parte della famiglia. Ransom gestisce la cosa deludendo gli altri prima ancora che possano aspettarsi qualcosa da lui. E quando arriva a casa Thrombey, è un po’ come una grande nuvola scura carica di pioggia. È diventato uno di quei film in cui tutti diventano amici e passano insieme molti bei momenti. Alla fine della propria scena nessuno rientrava nei propri alloggi. Rimanevamo tutti insieme per tutto il tempo. E questo comporta anche che quando pensi sia tempo di rischiare un po’ sulla tua performance, con un clima così, ti senti a tuo agio nel farlo. Chris Evans

Quello che mi ha attirato è che sembrava un film intelligente, acuto e divertente” sintetizza l’attrice. È il film perfetto per tutta la famiglia” continua Curtis “perché ci sono personaggi di tutte le generazioni. Penso sia uno di quei film che ci si diverte a vedere insieme alla propria famiglia disfunzionale. Ho sentito che potevo interpretare Linda in migliaia di modi diversi. Si poteva interpretare di sicuro come una donna molto scaltra, ma io e Rian abbiamo parlato del fatto che fosse meglio invece renderla più reale ed emotiva. Lui voleva che fossero personaggi in cui identificarsi. Linda ha appena perso il padre e per questo c’è molta tristezza, ma è anche la sorella maggiore e quindi sente la pressione di dover prendere in mano la situazione e diventare la nuova capo-famiglia.
Jamie Lee Curtis
Cena con Delitto

Marta sente sempre di dover essere discreta su chi è realmente. La famiglia Thrombey a volte può essere razzista e classista e, diversamente da Harlan, Marta sospetta che non ci tengano veramente a lei. Ma quello che mi piace è che niente di quello che fa Marta proviene da sentimenti di odio o vendetta. Ed è solo una persona che cerca di sopravvivere e di trovare una via d’uscita da una situazione pazzesca nel miglior modo possibile. Christopher Plummer è una leggenda. Abbiamo girato insieme una delle scene più difficili dell’intero film, piena di dettagli e dialoghi, e che è assolutamente essenziale nel giallo, ma che ha anche un tono molto drammatico. Per me quella scena era fonte di nervosismo e di emotività, ma quando l’abbiamo girata è stato incredibile. Christopher era molto presente, ha dato tutto, ed è stata davvero una esperienza straordinaria.
Ana de Armas
Cena con Delitto

Trama e Poster Knives Out – Cena con Delitto

Harlan Thrombey (Christopher Plummer), un agiato romanziere, viene trovato morto, in circostanze misteriose, nella sua proprietà la mattina dopo la festa per il suo 85esimo compleanno. Il celebre detective Benoit Blanc (Daniel Craig), uomo di straordinario intuito e carisma, è incaricato del caso, e sospetta si tratti di un omicidio. In perfetto stile “crime” la famiglia del defunto è numerosa, e tutti, nessuno escluso, sono potenziali sospettati: ognuno di loro, infatti, avrebbe un motivo più che valido per eliminare Harlan Thrombey, uomo che l’esperienza e l’età hanno reso tanto lungimirante quanto sagace. 

Quando il fatidico giorno della lettura del testamento si avvicina, l’avida e disfunzionale famiglia di Harlan, si rivela essere molto più complicata e conflittuale di quanto sembrasse all’inizio. Un contesto familiare costituito da personaggi variopinti, appartenenti a generazioni contrapposte tra loro per età, obiettivi e stili di vita. 

Cena con Delitto

Quando Marta (Ana de Armas), la giovane e bella infermiera sudamericana di Thrombrey si ritrova implicata nel misterioso caso, appare chiaro che nessun segreto è più al sicuro nella casa, neppure i suoi. Il film non segue una struttura tradizionale e incanta con i suoi continui colpi di scena lasciando lo spettatore con il fiato sospeso dall’inizio alla fine. 

Trailer Knives Out – Cena con Delitto

Avatar

Written by Veronica Sgaramella

Nata a Roma nel Luglio 1990, laureata in Scienze Politiche, Sociologia e Comunicazione presso La Sapienza. Coordinatrice, redattrice e inviata di Yepper Magazine, precedentemente redattrice per Vocegiallorossa, poi collaboratrice e speaker @ 1927 On Air - la storia continua, in onda su Centro Suono Sport. Opinionista periodica sportiva a Gold TV. Ora co-conduttrice di Frequenze Giallorosse (ReteneTVision). SocialMente attiva, amo leggere, viaggiare e immortalare attimi.

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

AS Roma Bands FC

L’AS Roma avvia la collaborazione con Bands FC a scopo benefico

Campo trigoria rifinitura

Roma, rifinitura in vista dell’Hellas Verona. Ancora lavoro individuale per Pastore