in

Di Francesco: "Sono grato al Sassuolo, qui mi sento integrato e stimolato. Schick domani sarà titolare"

Di Francesco conferenza stampa Sassuolo

Eusebio Di Francesco alla vigilia del match contro il Sassuolo ha parlato nella consueta conferenza stampa pre-partita: Che bilancio possiamo fare di questi primi sei mesi? Mancano due partite ancora, io considero anche quella che dobbiamo recuperare. Abbiamo fatto ottime cose, dobbiamo ancora migliorare per cercare di lavorare ancora meglio, in modo da esprimerci con maggiore continuità. Quali emozioni provo a sfidare il Sassuolo? Non ho mai fatto gesti eclatanti per ringraziare ma ho ancora l’emozione addosso per quell’esperienza, è stato un percorso bellissimo, esterno con chi dico io, ma posso assicurare che mi emoziono ancora. Ringrazio tutti, dal magazziniere alla Società. Ho uno splendido ricordo di quell’ambiente, tutti ricordano solo la Serie A ma io rammento anche le emozioni in B. Iachini ha dato una solidità importante a una squadra che prendeva gol, sta valorizzando il lavoro di Bucchi. Però lui è un martello e ha fatto ottimi risultati.
Queste le sue opinioni su Pellegrini e Defrel: Lorenzo è un ’96 che sta crescendo tanto. Non ha ancora espresso tutto il suo potenziale ma è il futuro della Roma e della Nazionale. Sono molto contento di allenarlo da tre anni. È in continua crescita, ha maggiore personalità. Lo ritengo un titolare. Defrel? Lui è stato sfortunato, anche non riuscendo a segnare le tante occasioni create. La scorsa settimana ha preso una botta nello stesso punto dove si era fatto male. Sta cercando di smaltire l’infortunio, non sarà convocato sicuramente”.
Le parole del tecnico della Roma sul periodo che sta vivendo la sua squadra: “Dire oggi che serve concretezza lascia il tempo che trova, dobbiamo smaltire questo periodo di difficoltà, abbiamo dimostrato anche a Torino contro la Juve di saper mettere in difficoltà le grandi squadre. La partita contro il Torino è stata emblematica. Ora, a partire dal match contro il Sassuolo, è nostro dovere essere più concreti. Quando si parla dei numeri bisogna avere delle conoscenze, a Torino ho messo in campo un 4-2-4 che schiero quando voglio cambiare gli equilibri. Raramente faccio il 4-2-3-1. Però noi abbiamo trovato un equilibrio che deve rimanere lo stesso, anche nella mia testa, non possiamo buttare tutto per due partite perse. Tutto è il contrario di tutto ed è il risultato che va a fare la differenza. Non vi dico come partirò domani, dico solo che partirà titolare Schick.
Le dichiarazioni relative al mercato: “Io sono in piena sintonia col direttore e ora non mi interessa parlare di eventuali trattative. Ci sono 6 punti da portare a casa, più avanti magari ne parleremo. Il pensiero si cambia spesso, anche dopo solo due partite. Carnevali ha detto che sono bravo a superare le difficoltà, come supero queste con la Roma? Siamo in piena corsa per poter diventare competitivi in campionato e dare fastidio in alto. Le crisi si superano con le vittorie, bisogna vincere e saper prendere le sconfitte nel mondo giusto. Lo stesso discorso vale per le vittorie che non sempre sono state come avrei voluto ma ben vengano i successi sporchi se danno carica. Il Sassuolo sta facendo molto bene e dobbiamo tenerlo a mente.
Di Francesco conferenza stampa Sassuolo2
Proseguendo Di Francesco ha aggiunto: “Per me la parola vincere significa tante cose. Può significare anche superare un ostacolo. Vincere sul campo piace a tutti, perché non dirlo? Si deve vincere attraverso una mentalità, un’idea, e bisogna anche imparare un po’ dagli altri sfruttando maggiormente la cattiveria agonistica. Non bisogna vincere a tutti i costi ma non si deve aver paura di dirlo. Voti? Io non li do né a me né agli altri,  sono contento di quello che mi sembra essere cambiato, ma il tratto tra il bene e il male è troppo sottile. Per me la partita di domani è molto importante. Qui sto facendo un’esperienza del tutto diversa rispetto a quella che feci da calciatore. Mi sento integrato e stimolatissimo. Sassuolo è stata certamente fondamentale per la mia crescita. Noi stiamo lavorando qui per diventare una famiglia in tutti i sensi”.
I commenti sul pareggio giunto contro i bianconeri: Schick? Quello che capita in una sfida, come è successo a lui contro la Juve al 94′, pesa. Io gli sono vicino e deve superare questa cosa. Ha delle qualità importanti ma non è ancora un grande campione, deve ancora fare tanta strada e per migliorarsi deve farlo dal punto di vista psicologico. La sconfitta di Torino passa attraverso una sconfitta collettiva della squadra, non dal suo tiro, questo deve essere chiaro a lui e tutti. Nainggolan? Ci sono anche annate particolari, anche io ho fatto 8 gol in una stagione, ma non vuol dire che fossi un fenomeno. Io spero che possa arrivare a fare tanti gol, non dico 18, ma spero ne faccia tanti. Voglio essere positivo in relazione ai centrocampisti”.
Queste, infine, le parole del tecnico giallorosso: Come mai questa fatica a fare gol? Io penso che l’Inter abbia fatto i punti che ha fatto anche grazie a Icardi ed è dunque fondamentale che Dzeko torni a segnare. Le occasioni ci sono, c’è stata meno lucidità ultimamente, io posso solo stimolare i miei giocatori a essere più determinati sotto la porta. Si dice che l’attaccante deve segnare e il portiere parare. Secondo me devono crederci di più, come ha fatto Benatia, che ci ha creduto più dei difensori. I giocatori venduti alla Juve? Questo è un discorso più societario, da quando ci sono io, nessuno è andato alla Juve. Salah è voluto andare via ma queste cose succedono anche alla Juventus, io sicuramente non darò spiegazioni di questo tipo anche perché nella maggior parte dei casi l’allenatore non c’entra nulla”.

What do you think?

0 points
Upvote Downvote

Total votes: 0

Upvotes: 0

Upvotes percentage: 0.000000%

Downvotes: 0

Downvotes percentage: 0.000000%

Written by Veronica Sgaramella

Nata a Roma nel Luglio 1990, laureata in Scienze Politiche, Sociologia e Comunicazione presso La Sapienza. Coordinatrice Yepper Magazine, precedentemente redattrice per Vocegiallorossa. SocialMente attiva, amo leggere, viaggiare e immortalare attimi.

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

Roma, allenamenti e Schick

Prosegue la preparazione della Roma in vista del match contro il Sassuolo. Schick verso un posto da titolare

Mostra In Nome della Rosa

Inaugurata la mostra "In nome della rosa. La Storia della As Roma in 90 formazioni"