in

Il cordoglio del Generale Graziano per decesso Generale Becchio “custode dei più alti valori alpini”

Roma. Nella giornata delle esequie, il Capo di Stato Maggiore della Difesa, Generale Claudio Graziano, ha inteso formulare ai familiari del Generale di Corpo d’Armata dell’Esercito Angelo Becchio i sentimenti di profondo cordoglio e di affettuosa vicinanza a nome delle Forze Armate e suo personale.

Il cordoglio del Generale Claudio Graziano

Il Generale Becchio, nel corso della sua brillante carriera, in ogni circostanza e in tutti gli incarichi ricoperti, si è sempre posto quale sublime esempio di incondizionato impegno e attaccamento al servizio. Tra le mansioni più rilevanti, emergono quelle di Comandante della Brigata Alpina “Taurinense”, di Ispettore dell’Arma di Artiglieria e per la difesa NBC e di Comandante del 4° Corpo d’Armata Alpino. Ha servito, con disciplina e onore, per oltre quarantatre anni l’Esercito Italiano ed il Paese, contribuendo ad accrescerne ed a rafforzarne il lustro ed il prestigio.
“Il Generale Becchio – ha sottolineato il Capo di Stato Maggiore della Difesa – è stato tra i più mirabili custodi dei valori alpini e ha fatto della fedeltà ed attaccamento alle Istituzioni la sua ragione di vita. Una straordinaria figura di uomo e di soldato che ha sempre operato al servizio del Paese”, ha concluso il Generale Graziano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

L’articolo Il cordoglio del Generale Graziano per decesso Generale Becchio “custode dei più alti valori alpini” proviene da Report Difesa.

What do you think?

0 points
Upvote Downvote

Total votes: 0

Upvotes: 0

Upvotes percentage: 0.000000%

Downvotes: 0

Downvotes percentage: 0.000000%

Report Difesa

Written by Report Difesa

Quotidiano di geopolitica e di sicurezza nazionale ed internazionale.

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

Giornata internazionale della Famiglia

Giornata internazionale della Famiglia, la Roma festeggia la ricorrenza con un video social

I talebani “nel cuore” di Farah