in

Televisione: giovedì in prima serata su Rai 1 “Marta, il delitto della Sapienza”

Roma. “Marta, il delitto della Sapienza” è una coproduzione Rai Documentari e Minerva Pictures, prodotta da Gianluca Curti e Santo Versace, per la regia di Simone Manetti.

Il luogo dell’omicidio di Marta Russo

Andrà in onda, giovedì prossimo in prima visione, alle 21.15 su Rai2 e sarà disponibile su
RaiPlay.

Si tratta di un viaggio narrativo che si snoda su due piani di racconto paralleli: quello legato ai fatti di cronaca, che ricostruisce la vicenda giudiziaria e quello privato, intimo di Marta,
che prende vita direttamente dai suoi pensieri più profondi, dalle speranze e dai sogni che, tra 1985 e il 1996, ha affidato alle pagine dei suoi diari segreti.

Il documentario vuole restituirle l’identità. La sua vita prima che le venisse tolta.

Per quanto riguarda l’aspetto personale di Marta il lavoro ha potuto contare sui suoi preziosi
diari, messi a disposizione dai parenti: 9 quaderni, circa 700 pagine scritte in circa 11 anni.

Oltre a questi, foto, filmati di famiglia e gli oggetti di cui era piena la sua cameretta e che parlano di lei, come le coppe vinte per la scherma. A questi si aggiungono le
ricostruzioni e le testimonianze di chi l’ha amata.

”Abbiamo fatto un lavoro molto interessante -ha spiegato Duilio Giammaria, direttore Rai Documentari -. E’ un buon documentario che sa collegare un fatto di cronaca alla vita si può fare. E’ un racconto vero del Paese e il documentario è un grande strumento di lavoro per
restituire dignità e riequilibrare gli eccessi della spettacolarizzazione, un racconto fatto senza tralasciare la dignità della persona. Questo documentario restituisce una bella famiglia e
una bella Italia”.

Nel maggio del 1997 Marta è nel fiore degli anni e dei sogni sulla vita e sul futuro.

Ama molto lo sport e in particolare la scherma che pratica con successo e determinazione.

Si è iscritta a Giurisprudenza, perché da grande vuole indossare la toga da magistrato e mettere la sua vita a disposizione degli altri.

Ma non ci riuscirà mai. Un giorno come tanti, all’Università, mentre cammina con una amica per i vialetti della facoltà ”tempio” della giustizia, un proiettile la raggiunge alla testa.

Per lei non ci sono speranze. La sua morte diventa un caso mediatico.

Le pagine di cronaca nera raccontano, passo dopo passo, indagini e cinque anni di processo, ma un’immagine di quella studentessa, uccisa a 22 anni senza un perché, emerge tra le tante che campeggiano su giornali e in Tv: è una fototessera.

Si tratta di uno scatto rimasto impresso nella memoria collettiva che ne identifica ormai la vicenda. Ricorda i lineamenti dolci di Marta ma che non può di certo restituirne un ricordo pieno, vero.

A farlo sono invece le pagine dei suoi diari segreti, ritrovati dalla sorella Tiziana e che la famiglia ha voluto condividere in questo documentario. È la prima volta che vengono resi
pubblici.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

L’articolo Televisione: giovedì in prima serata su Rai 1 “Marta, il delitto della Sapienza” proviene da Report Difesa.

What do you think?

Written by Report Difesa

Quotidiano di geopolitica e di sicurezza nazionale ed internazionale.

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

GIPHY App Key not set. Please check settings

Loading…

Guardia Costiera: a Taranto operazione contro la pesca abusiva di mitili

Frequenze Giallorosse, ospiti il giornalista Gianluca Guarnieri e il Roma Club Slovenia