in

USAF: il Boeing E 7 scelto come potenziale sostituto dell’AWACS E 3 “Sentry”

Di Fabrizio Scarinci

Washington. Nei giorni scorsi l’US Air Force ha ufficialmente selezionato il Boeing E 7 AEW&C WEDGETAIL come potenziale sostituto dei propri AWACS (Airbone Warning and Control System) E 3 “Sentry”, molti dei quali risultano in linea da ormai oltre quattro decenni.

Un E3 Sentry dell’USAF

Basato sulla cellula del Boeing 737 NG, il nuovo aereo è già stato acquistato dalla Royal Australian Air Force, che dispone attualmente di sei esemplari, dalla Republic of Korea Air Force, che dispone di quattro esemplari e starebbe valutando di introdurne altri due o tre, dalla THK turca, che conta quattro aerei, e dalla RAF britannica, per la quale sarebbero attualmente in fase di costruzione tre esemplari di una variante più avanzata.

Come gli attuali E 3 Sentry, in seno all’USAF (sempre qualora venissero scelti) i nuovi velivoli opererebbero come centri di comando e controllo aeroportati, dedicandosi soprattutto alla gestione di operazioni aeree ed aeroterrestri ad ampio raggio e al tracciamento precoce di eventuali minacce e obiettivi da neutralizzare.

Un E 7 della Republic of Korea Air Force in volo

Secondo quanto si è avuto modo di apprendere, il programma dovrebbe “decollare” il prossimo anno con l’acquisto di un primo prototipo, a cui, nel 2024, sempre a scopi valutativi, dovrebbe aggiungersi un ulteriore velivolo.

Alla fine di questa fase sperimentale, che sarebbe al momento fissata per il 2025, l’USAF dovrebbe scegliere se procedere o meno con l’acquisizione in serie, preparandosi eventualmente a ricevere il primo aereo non prima del 2027.

Una tabella di marcia certamente non breve, quindi, specie se si considera che, come anticipato pocanzi, il velivolo in questione risulta già in servizio da oltre un decennio con diverse forze aeree.

Alla base di tale scelta potrebbe, però, esserci la volontà di adattare la piattaforma a taluni requisiti emessi dalla stessa USAF nel corso degli ultimi mesi, che contemplerebbero l’introduzione di soluzioni innovative sia riguardo ai sensori e sistemi adibiti al cosiddetto “Battle Management”, sia per ciò che concerne la sua capacità di autoprotezione.

Per quanto riguarda, invece, il numero di velivoli da acquistare, esso non è ancora stato specificato, dato che, pur essendo ancora in servizio 31 E 3 delle varianti B, C e G, nel corso dei prossimi mesi è previsto che circa la metà di essi venga radiata senza essere sostituita da mezzi dello stesso tipo (anche perché il Pentagono starebbe immettendo in servizio una nuova costellazione di satelliti radar in grado di svolgere una parte non trascurabile delle attività finora svolte dagli AWACS). Di conseguenza, è lecito ipotizzare che i vertici militari statunitensi intendano acquistare non più di 15/18 velivoli, con i quali, a partire dagli ultimi anni di questo decennio, andrebbero gradualmente a rimpiazzare solamente gli ultimi E 3 rimasti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

L’articolo USAF: il Boeing E 7 scelto come potenziale sostituto dell’AWACS E 3 “Sentry” proviene da Report Difesa.

What do you think?

Written by Report Difesa

Quotidiano di geopolitica e di sicurezza nazionale ed internazionale.

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

GIPHY App Key not set. Please check settings

Loading…

Guardia di Finanza: operazione antidroga con la Polizia di Stato a Latina. Sgominato un gruppo criminale ed arrestati 14 soggetti attivi nello smercio della cocaina

Brancaro Industries: l’azienda specializzata nel settore avionico compie 5 anni