in

Di Francesco: “La gara con il Bologna è troppo importante per la classifica quindi non penso al Barcellona. Pellegrini non ci sarà, Ünder è in dubbio”

Di Francesco conferenza pre Bologna

Alla vigilia di Bologna-Roma, match che aprirà la 30a giornata della Serie A, Di Francesco ha parlato in conferenza stampa: Come stanno i calciatori al rientro da questa sosta? Devo dire che sono rientrati quasi tutti in ottime condizioni, tranne due, uno dei quali uno è Pellegrini che sicuramente non sarà della partita ance se speriamo di recuperarlo per Barcellona. Ünder ha avuto un problemino e stiamo valutando se convocarlo o meno per il Bologna anche se non è niente di che il fastidio che ha accusato”.

Se le scelte che farò per domani si baseranno sull’aspetto fisico o a quello mentale? Entrambi, ho sempre detto che sono fondamentali, alcuni giocatori hanno giocato quasi tutte e due le partite, atri hanno disputato meno minuti, quindi devo fare le mie valutazioni. Chi giocherà domani davanti tra Dzeko e Schick? Decido questa sera, o giocherà l’uno o l’altro, sono entrambi al 50%, ritengo che possono giocare in qualità di centravanti entrambi. El Shaarawy o Perotti al posto di Ünder? Sono tre che si giocano il posto, incluso Gerson, il più sicuro però al momento è El Shaarawy. Defrel invece ha meno allenamento nelle gambe e difficilmente partirà dall’inizio”.

Come ha reagito la squadra in relazione alla gara contro il Barcellona? Voi la sentite tanto, io un minimo e non dico così tanto per dire ora ma ora c’è il Bologna. È troppo importante mantenere la posizione in classifica, è una squadra ostica da affrontare su un campo difficile, da quel che ho avuto modo di leggere non ci hanno vinto contro una big e cercheranno di fare il loro meglio. La nostra testa deve stare sul Bologna. Se è meglio per Schick essere andato con la Nazionale ed essere tornato carico o se sarebbe stato meglio allenarlo a Trigoria? Avrei voluto averlo qui però ti dico che spesso l’aspetto mentale fa la differenza, a volte staccare la spina aiuta, mi auguro che qualora domani scenda in campo possa dimostrare di essersi ritrovato”.

Oltre a Dzeko e Schick ci potrebbe essere altro turnover? Non posso dire altro sull’utilizzo dei calciatori. Noi abbiamo in sei giorni tre gare importantissime, anzi 4 in 10 giorni e, da qualche parte dovrò muovere, dalle prossime sarà impossibile non cambiare qualcosa. Per quanto riguarda la gara di domani farò il giusto a livello di oggi, a oggi, poter stabilire chi giocherà contro Barcellona o la Fiorentina è impossibile: guardate anche quello che è successo a Ünder. Se domani la mia famiglia sarà divisa? No, la famiglia sarà per mio figlio. Lui è cresciuto  veramente tanto, deve ritrovarsi però, può e deve ancora migliorare e crescere per poter fare quello che ha fatto anche il papà e fare anche meglio”.

Se domani riposerà Kolarov? C’è più la possibilità che possa giocare. Nainggolan ha detto di non sapersi spiegare il calo di dicembre. Come me lo spiego io? Ci stiamo ragionando, sicuramente dobbiamo lavorare per far sì che non siano più cali né fisici né mentali. Dopo il passaggio del turno di Champions contro il Qarabag qualcosina abbiamo mollato, sbagliando. In genere si dà sempre la colpa alla parte esterna a Roma ma io non sono d’accordo. Dobbiamo crescere qui dentro e fare delle valutazioni. Nei momenti difficili, che attraversano tutte le squadre, noi non siamo stati bravi a portare a casa i risultati. Dobbiamo stare attenti ai momenti della partita”.

 

Avatar

Written by Veronica Sgaramella

Nata a Roma nel Luglio 1990, laureata in Scienze Politiche, Sociologia e Comunicazione presso La Sapienza. Coordinatrice, redattrice e inviata di Yepper Magazine, precedentemente redattrice per Vocegiallorossa, poi collaboratrice e speaker @ 1927 On Air - la storia continua, in onda su Centro Suono Sport. Opinionista periodica sportiva a Gold TV. Ora co-conduttrice di Frequenze Giallorosse (ReteneTVision). SocialMente attiva, amo leggere, viaggiare e immortalare attimi.

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

Catalogna, l’arresto in Germania di Puigdemont ed il concetto precario dell’indipendenza

Terrorismo islamico, la DIGOS di Torino arresta un italo-marocchino. Faceva propaganda sul Web