in

C’era una volta in America, omaggio a Cinecittà Futura: proiettato il capolavoro di Sergio Leone nel corso della 13ma edizione della Festa del Cinema di Roma

La versione integrale pensata in origine dal celebre regista italiano

C'era una volta in America

Il 3 luglio 2017, dopo venti anni di conduzione privata, i teatri di posa di Cinecittà e i laboratori di postproduzione sono tornati sotto il controllo pubblico. La Festa del Cinema di Roma ha deciso quest’anno di festeggiare il primo compleanno dell’Istituto Luce Cinecittà pubblica con la proiezione di alcuni fra i titoli più prestigiosi nati fra le sue mura.

Il primo film che è stato presentato è C’era una volta in America, il capolavoro di Sergio Leone, in sala Cinema Hall. Per la proiezione si ringrazia la Direzione Generale Cinema del MiBAC, la Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia e la famiglia Leone.

La proiezione de C’era una volta in America è stata introdotta dal Presidente di Istituto Luce-Cinecittà Roberto Cicutto: “Sono felice di vedere la struttura piena. Cinecittà lo scorso anno è tornata sotto il controllo pubblico quindi abbiamo voluto festeggiare tale occasione con tre grandi classici. Inizieremo con un capolavoro straordinario e io sono orgoglio di presentare questo film”.

Felice Laudadio, a capo della Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia, è a sua volta intervenuto introducendo la proiezione: “La copia che vedrete oggi di C’era una volta in America proviene dalla collezione privata dalla famiglia Leone che la custodisce gelosamente, le altre due sono stata depositate presso la Cineteca Nazionale. Contiene le scene eliminate per una versione integrale di 255 minuti. Vedrete dunque la versione originariamente pensata e immaginata da Sergio Leone.

“È un lavoro che facciamo insieme per preservare opere preziose del cinema. Ne abbiamo più di 140 mila e restaurarle tutte è impossibile. Ad ogni modo, grazie allo stanziamento di 30 milioni di euro per tre anni, ovvero 10 milioni ogni anno, ottenuti grazie alla legge cinema approvata grazie al Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo,Dario Franceschini, nei prossimi anni potremo presentare molti film e molte opere recuperate. Attraverso il procedimento di digitalizzazione di tali pellicole recupereremo quante più copie possibili depositate”.

Le proiezioni “Omaggio a Cinecittà futura” sono proseguite -ieri- con il recupero del film Bellissima, di Luchino Visconti mentre oggi, alle 15:00, nuovamente preso la sala Cinema Hall, sarà proiettato  di Federico Fellini.

Written by Veronica Sgaramella

Nata a Roma nel Luglio 1990, laureata in Scienze Politiche, Sociologia e Comunicazione presso La Sapienza. Coordinatrice Yepper Magazine, precedentemente redattrice per Vocegiallorossa, ora collaboratrice nella redazione di 1927 On Air - la storia continua , in onda su Centro Suono Sport. SocialMente attiva, amo leggere, viaggiare e immortalare attimi.

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

Giuseppe Tornatore

13ma edizione della Festa del Cinema di Roma, il programma dell’ottavo giorno

Carabinieri, a Pozzuoli (Napoli) scoperti 600 metri quadrati di rifiuti speciali pericolosi