in ,

#chaPAU. La Spagna è sul tetto d'Europa

Pau Gasol.
Non servono altre descrizioni. Non servono spiegazioni ulteriori. Non servirebbe dirvi che questo signore, a 35 anni, ha viaggiato durante questo Eurobasket a 25,6 punti di media, 8,4 rimbalzi, 58% da due punti e 64% da tre punti. 12011317_750416438418254_7031445677777423989_nNon serve essere un intenditore di basket dei massimi sistemi per capire che il “fratello scarso”, perchè vi assicuro che è chiamato così, ha fatto quello che ha voluto ed insegnato ancora una volta basket al mondo intero. In tutto questo va assolutamente ricordata e citata la prestazione del catalano in semifinale contro la Francia, che sicuramente rimarrà negli annali. Gasol infatti ha segnato 40 punti e catturato 11 rimbalzi in faccia ad un signore che risponde al nome di Rudy Gobert e a cui è stato affibbiato il soprannome di “pterodattilo”. Si, perchè questo progetto di laboratorio, perchè altro non può essere, è alto la bellezza di 2.16 metri, quando alza le braccia verso l’alto raggiunge i 2.84 metri e quando le allarga 2.31 metri. Immaginatevi questo signore a protezione del canestro, una figura paurosa. Ebbene, il catalano l’ha sostanzialmente umiliato.
La Spagna si aggiudica così il titolo di campione d’europa 2015 trascinata da questo straordinario campione e vola direttamente alle olimpiadi di Rio 2016 senza il bisogno di disputare il preolimpico, così come la Lituania che si deve accontentare della medaglia d’argento. Tutti in piedi dunque per Gasol e compagni; come direbbero i francesi: “chapeau”, o meglio “chaPau”.
Riguardo alla partita di questa sera c’è ben poco da dire. Spagna che sa di essere superiore ed impone il proprio gioco dall’inizio fino alla fine dei 40 minuti di gioco. Le Furie Rosse vincono e convincono attarverso il bel gioco sulla Lituania che probabilmente paga fisicamente dopo le due miracolose partite contro Italia e Serbia. Il punteggio finale al Metropole di Lille è di 80-63 in favore degli uomini guidati da Sergio Scariolo davanti ad un pubblico da record: oltre 27 mila persone. La Lituania ci prova in tutti i modi, ma la maggior parte dei tiri si infrange contro il ferro e con essi anche il sogno di giocatori e del calorosissimo e vivacissimo pubblico (ben 3 mila persone) che ha seguito la squadra fino in Francia sperando in una medaglia d’oro.
Nella finalina per il terzo posto, la Francia che ospitava il torneo si rialza dopo l’amarezza della sconfitta contro gli spagnoli vincendo contro una Serbia tutt’altro che intraprendente. Teodosic e compagni disputano una partita totalmente priva di intensità e di bel gioco, venendo puniti dalla forza e dall’eccezionale ball movement dei francesi che colpiscono prima con De Colo e Gobert, poi affondano definitvamente con Parker aggiudicandosi così la medaglia di bronzo. Da segnalare, dopo le  premiazioni, il discorso pronunciato da Nicolas Batum e dallo stesso Tony Parker in cui, a nome della squadra, si sono scusati di fronte a tutto il pubblico francese per non essere riusciti a regalare l’emozione di una vittoria in casa e hanno dato la loro parola sulla permanenza in nazionale ancora un anno per disputare anche le olimpiadi a Rio 2016. Complimenti!
eurobasket spagnaCon la conclusione del torneo è stato anche eletto il quintetto ideale di questo Eurobasket 2015. Come guardie sono stati scelti Sergio Rodriguez (SPA) e Nando De Colo (FRA), è stato selezionato Jonas Maciulis (LTU) come unica ala e poi Jonas Valanciunas (LTU) e Pau Gasol (SPA). Quest’ultimo è stato poi nominato MVP del torneo e dopo oggi, penso che il popolo spagnolo stia pensando seriamente di nominarlo come Re di Spagna.
Con oggi dunque termina il viaggio di 15 giorni delle nazionali, appuntamento ora per l’inizio, ormai prossimo, dei campionati nazionali e di quello oltreoceano nell’attesa di Rio 2016.

Segui Yepper!

Clicca MI PIACE sulla nostra fanpage Facebook per essere sempre aggiornato sui migliori contenuti da condividere e commentare con i tuoi amici!

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

Serie A, 4a giornata: Inter, poker! Roma bloccata dal Sassuolo. Napoli show, ripresa Juventus.

La Giornata Tipo del Bari