in

Dottor Causarano, Resp. sanitario AS Roma: “Zaniolo tornerà più forte di prima. Intervento perfettamente riuscito”

L’operazione di ricostruzione autologa del legamento crociato anteriore del ginocchio destro e sutura della lesione del menisco esterno è tecnicamente andata a buon fine

Zaniolo Villa Stuart

Zaniolo, reduce dall’infortunio subito al 34′ di Roma-Juventus, che lo ha visto costretto ad uscire dal campo al 36′ in barella e ad essere trasportato in ambulanza a Villa Stuart, è stato operato proprio nella nota clinica capitolina dal Professor Mariani, che lo aveva visitato anche domenica sera stessa.

Gli esami strumentali effettuati dal calciatore classe ’99 hanno evidenziato la rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio destro con associata lesione meniscale. Su Zaniolo è stata dunque eseguita la ricostruzione autologa del legamento crociato anteriore del ginocchio destro e alla sutura della lesione del menisco esterno. A seguire le dichiarazioni del Dottor Causarano riportate in una nota sul sito ufficiale del club giallorosso.

Martedì mattina, il responsabile sanitario del Club Andrea Causarano è intervenuto ai microfoni di Roma Radio per alcuni aggiornamenti sulle condizioni di Nicolò Zaniolo.

Il numero 22 giallorosso è stato sottoposto a intervento chirugico lunedì pomeriggio a seguito dell’infortunio subito nella partita contro la Juventus.

“Sono stato insieme tutto il giorno insieme a Nicolò, è arrivato in clinica la mattina alle 8:00 ed è stato operato nel pomeriggio dal prof. Mariani. Ha affrontato l’intervento con grande serenità e maturità nonostante i suoi 20 anni. L’intervento è tecnicamente perfettamente riuscito, con la solita abilità e professionalità del prof. Mariani che ha ricostruito il legamento crociato anteriore e che ha suturato la lesione del menisco esterno. Ci siamo salutati con Nicolò ieri in tarda serata, era molto sereno, si era svegliato dall’anestesia e aveva battute per tutti. Tutto è andato per il meglio, pur nell’amarezza di un grave infortunio.

Aveva il giusto timore prima di un intervento di tutto rispetto. Era circondato dall’affetto dei suoi cari e si sentiva protetto dalla loro e dalla nostra presenza e anche dalla certezza di poter tornare a giocare come fa la grandissima maggioranza dei calciatori che vengono sottoposti a questo intervento”.

“Già da oggi inizierà le primissime fasi di riabilitazione del ginocchio perché è importante iniziare in maniera precoce per consentire all’articolazione di riprendere dal punto di vista funzionale il prima possibile. Già oggi siamo al giorno 1 di riabilitazione”.

“La riabilitazione della ricostruzione del crociato anteriore non ha tempi precisi: vanno personalizzati e standardizzati passo dopo passo. Valuteremo nel corso della progressione quali sono gli step che Nicolò riuscirà a superare e andremo avanti. È impossibile dire oggi i tempi di recupero, sarà un percorso abbastanza lungo ed è difficile prevedere precisamente i tempi. Cercheremo di agire nel migliore dei modi sia nell’interesse del calciatore, sia nell’interesse della sua professione, del suo futuro e della sua salute soprattutto”.

Il dott. Causarano ha inoltre voluto aggiungere una precisazione riguardo le voci di un problema al ginocchio precedente all’infortunio di domenica sera.

“Tranquillizzerei tutti, Nicolò non ha avuto alcun problema al ginocchio, è un’articolazione che è stata perfettamente sana fino alla partita di domenica. Nicolò contro il Torino ha subito una contusione del vasto mediale, un muscolo che dista dal ginocchio. Una banalissima contusione per la quale lo abbiamo tenuto a riposo per qualche giorno. Poi Nicolò ha effettuato gli allenamenti di giovedì, venerdì e sabato senza alcun problema. Il ginocchio non aveva alcun problema, si trattava di una banale contusione come se ne vedono a centinaia nelle partite di calcia. Tranquilli tutti, lo abbiamo messo in campo in perfette condizioni, poi purtroppo la fatalità ha voluto che il crociato di Nicolò cedesse. Ha ceduto come era successo purtroppo 10 minuti prima a un calciatore della Juventus. Sono infortuni molto frequenti che probabilmente stanno aumentando. Sia noi, sia la Juventus, abbiamo avuto due crociati ciascuno nel girone di andata. Andiamo avanti con l’amarezza dell’infortunio ma con la certezza che Nicolò tornerà più forte di prima”.

What do you think?

Avatar

Written by Veronica Sgaramella

Nata a Roma nel Luglio 1990, laureata in Scienze Politiche, Sociologia e Comunicazione presso La Sapienza. Coordinatrice, redattrice e inviata di Yepper Magazine, precedentemente redattrice per Vocegiallorossa, poi collaboratrice e speaker @ 1927 On Air - la storia continua, in onda su Centro Suono Sport. Opinionista periodica sportiva a Gold TV. Ora co-conduttrice di Frequenze Giallorosse (ReteneTVision). SocialMente attiva, amo leggere, viaggiare e immortalare attimi.

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

Loading…

0

Gruppo Naviris- Fincantieri, Guerini: ”Partnership storica. Passo avanti verso Difesa europea”

Trigoria Roma allenamento

Roma: palestra, lavoro atletico e focus tecnico-tattico. In gruppo Kluivert e Santon