in

Pellegrini: “Concentrati match dopo match. Ora c’è il Bologna ma contro il Barcellona non andremo da squadra battuta. Futuro? Penso a dare il meglio per la Roma”

Trigoria Pellegrini Lorenzo allenamento

Cosa ha rappresentato per te giocare a Wembley, la casa del calcio?
“Era la prima volta, lo stadio è eccezionale così come il contorno, c’erano 80.000 persone quindi fa sempre piacere giocare partite così perché sono partite vere, contro una squadra vera. Penso che anche l’Italia sia stata una squadra vera”.

Ti senti un punto fermo del nuovo ciclo azzurro?
“La voglia di esserlo sicuramente c’è poi è normale che nel calcio bisogna sempre dimostrare di poterci essere. Stiamo ripartendo perché bisogna farlo in primis per tutti gli italiani e poi anche per noi. Abbiamo tanta voglia e cercheremo di dimostrarlo anche sul campo come credo abbiamo fatto nelle ultime due partite”.

Hai avuto un piccolo problema al polpaccio, come è la situazione adesso?
“Ho avvertito questo piccolo fastidio tanto che sono stato costretto a chiedere il cambio al mister e adesso stiamo valutando giorno per giorno quale sia la situazione e domani, prima della partenza, prenderemo una decisione. Speriamo bene perché vorrei esserci già a partire da dopodomani che ci aspetta una partita importante contro il Bologna.

Come si può fare per pensare solo al Bologna e non al Barcellona?
“Bisogna farlo per forza perché prima di tutto viene questa partita e bisogna pensare partita dopo partita. Poi oltre alla Champions che ci sta regalando qualche piccola soddisfazione c’è anche il campionato a cui pensare che è una cosa importantissima. Sicuramente prima c’è il Bologna, restiamo concentrati tutti e pensare a questa sfida, poi avremo qualche giorno per pensare anche al Barcellona.

Nella lotta in campionato per la Champions la Roma ha un valore aggiunto nelle gare in trasferta, perché secondo te avete più rendimento fuori casa?
“Non lo so, c’è stato quel breve periodo tra dicembre e fine gennaio in cui abbiamo fatto un pochino fatica ma adesso non stiamo neanche troppo a pensarci. Ci siamo ritirati su e adesso stiamo passando un buon momento, abbiamo passato gli ottavi di Champions e insomma viaggiamo anche un po’ sull’entusiasmo. Dobbiamo cercare di continuare così perché ci aspettano nei prossimi 20 giorni delle partite molto importanti che decideranno un po’ quella che è stata la nostra stagione. Siamo quindi ben concentrati”.

Contro il Barcellona dal vivo sarà una mission impossibile?
“Sappiamo sicuramente che sono loro i favoriti ma il calcio è stato sempre bello perché, come si dice, «la palla è rotonda», andiamo lì consapevoli del fatto che sono una squadra forte ma lo saremo anche dei nostri mezzi. Cercheremo di metterli in difficoltà e cercheremo ovviamente di fare quello che di meglio possiamo fare. Certamente non andremo lì da squadra battuta.

Non è male giocare a Wembley e pochi giorni dopo al Camp Nou, no?
“Naturalmente sono delle emozioni che mi porterò sempre dentro e anche delle esperienze che spero mi aiuteranno poi nella mia carriera a fare sempre meglio.

A parte Messi, c’è un giocatore del Barcellona, magari a centrocampo, che ti ispira?
“A centrocampo mi piace tanto Busquets perché secondo me fa un lavoro che magari tante volte non si nota tanto ma secondo me è un giocatore straordinario. Non so tra l’altro se sarà della partita perché ho avuto modo di leggere che anche lui ha subito un infortunio. Nel caso non ci dovesse essere non è che a noi dispiacerà così tanto…Però dico che in generale lui mi piace tanto come giocatore”.

Tanti club si stanno occupando di te, cosa pensi di questi interessamenti e cosa pensi del tuo futuro?
“È normale che a un giocatore faccia piacere leggere il proprio nome accostato a grandi club però iopenso di essere già in un grande club. Un club che ha un progetto ed è ambizioso. Per il momento mi godo questo e cerco di fare il meglio per la Roma poi tutto il resto lo vedremo”.

Avatar

Written by Veronica Sgaramella

Nata a Roma nel Luglio 1990, laureata in Scienze Politiche, Sociologia e Comunicazione presso La Sapienza. Coordinatrice Yepper Magazine, precedentemente redattrice per Vocegiallorossa, ora collaboratrice nella redazione di 1927 On Air - la storia continua , in onda su Centro Suono Sport. SocialMente attiva, amo leggere, viaggiare e immortalare attimi.

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

Trigoria torello

Roma, sala video ed esercitazioni tattiche. Individuale per Pellegrini e Karsdorp

Strootman conferenza stampa

Strootman: “La Champions non conta per il campionato e viceversa. Il nostro leader è De Rossi, Ünder ha qualità enormi e spero che Alisson resti a lungo con noi”