in

Roma-Lazio, la sintesi del derby della Capitale: i giallorossi battono i biancolesti ed è sorpasso d'alta classifica

Roma-Lazio coreografia Curva Sud

A meno di due minuti dal fischio d’inizio, il lanciatissimo Immobile sigla la rete del vantaggio, ai danni dei giallorossi, tuttavia il gol viene annullato dall’arbitro Rocchi per evidente fuorigioco. L’attaccante biancoceleste ha comunque trovato il modo di inserirsi in area senza troppe difficoltà. Al 4′ la Lazio si dimostra nuovamente insidiosa: questa volta è Parolo che si rende pericoloso a pochi passi da Alisson, la difesa giallorossa questa volta riesce però a chiuderlo. Al 6′ arriva la prima azione offensiva della Roma ma è al 10′ che arriva l’opportunità più concreta con una punizione calciata dalla distanza dall’ex della situazione, ovvero Kolarov, il quale non trova lo specchio della porta. Entrambe le squadre partono cariche e con lo scorrere dei minuti di gioco i ritmi si intensificano. Al 18′ giunge il primo giallo della partita per il capitano della Lazio Lulic in seguito a un brutto fallo su Nainggolan.
Al 20′ l’occasione più consistente è per la Roma: Dzeko colpisce di testa una buona palla, crossata da Perotti, mancando di pochissimo la porta. Dopo due minuti dall’entrata di Milinkovic su Manolas, che costringe il difensore greco a rimanere qualche istante in terra, al 25′ c’è il secondo giallo per un altro dei rivali dei giallorossi, è difatti Leiva a essere sanzionato a causa di un duro contrasto operato per arrestare la ripartenza di Perotti. Trascorsi altri due giri d’orologio la Lazio si fa pericolosa con il cross Marusic ben indirizzato verso Immobile, il quale tuttavia, manda alta la palla sopra la traversa. Segue un ottimo movimento in avanti della Roma. La più clamorosa opportunità per il vantaggio, giunge al 35′ per gli uomini guidati da Eusebio Di Francesco, dopo una possibile chance concessa a Marusic e ostacolata da Kolarov. È invero proprio il calciatore serbo a calciare la sua seconda punizione, la palla però viene respinta da Strakosha e prontamente raccolta da Nainggolan che calcia al volo trovando l’angolo, a quel punto, a battere è ancora l’ex laziale che in area trova un reattivo Dzeko, il quale a sua volta, calcia con il destro verso l’angolo basso: a mantenere ancora il risultato in parità è la reazione fulminea dell’undicesimo uomo della Lazio.
Il primo tempo termina così a reti inviolate. Incredibile, invece, è la ripresa per i giallorossi: dopo 60 secondi dall’avvio del secondo tempo, il fischietto di Firenze,  a causa di un fallo di Bastos ai danni di Kolarov, decreta il tiro dal dischetto cinicamente finalizzato dal solito Perotti. Passano poi appena 5 minuti e Nainggolan sfrutta una palla rubata e con un missile calciato fuori area spiazza Strakosha siglando così il raddoppio della Roma. Trascorsi due minuti il tecnico laziale corre ai ripari e opera un doppio cambio sostituendo Lulic con Lukaku e Leiva con Nani. La squadra di Simone Inzaghi non la prende bene e incassa così un doppio giallo, vengono ammoniti Luis Alberto e Nani (appena entrato), rispettivamente al 55′ e al 63′ per falli su Manolas e De Rossi.  Al 67′ c’è il primo giallo per la Roma, viene difatti ammonito Nainggolan per un’entrata su Radu.
Il cambio di gioco dei biancolesti funziona: Manolas tocca la palla con il braccio in area avversaria, Rocchi chiede il VAR e decide di assegnare il 2° rigore della partita, questa volta finalizzato da Immobile al 72′. Un minuto dopo Di Francesco favorisce l’ingresso in campo di Gerson al posto di El Shaarawy mentre Inzaghi gioca la sua ultima carta facendo uscire Radu per Patric. Al 79′ invece il tecnico della Roma opta per Bruno Peres in sostituzione di Florenzi. La Lazio trova coraggio e sale più spesso, facendo a tratti faticare i difensori avversarsi. All’84′ ultimo cambio anche per Di Francesco che cambia Nainggolan con Juan Jesus. Nonostante i tentativi insidiosi attuati dalla formazione di Inzaghi, tra falli di frustrazione, calci d’angolo (per i biancolesti) e punizioni (per i giallorossi), al termine dei 6 minuti di recupero concessi da Rocchi la Roma batte la Lazio 2-1 e attua il sorpasso d’alta classifica. Il primo derby da allenatore giallorosso per Eusebio Di Francesco è dunque più che positivo: la sua squadra prende forma, vince e convince. Ancora.
 

Avatar

Written by Veronica Sgaramella

Nata a Roma nel Luglio 1990, laureata in Scienze Politiche, Sociologia e Comunicazione presso La Sapienza. Coordinatrice Yepper Magazine, precedentemente redattrice per Vocegiallorossa, ora collaboratrice nella redazione di 1927 On Air - la storia continua , in onda su Centro Suono Sport. SocialMente attiva, amo leggere, viaggiare e immortalare attimi.

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

Roma-Lazio formazioni ufficiali

Roma-Lazio, le formazioni ufficiali del derby della Capitale

Derby Roma-Lazio Curva Sud bandiere e tifosi YP

La Roma subito a lavoro dopo il derby in vista della sfida di mercoledì contro l'Atlético Madrid