in ,

Box office: Frozen – Il Regno di Ghiaccio

Guida alla classifica dei maggiori incassi al botteghino: Frozen – Il Regno di Ghiaccio. 1° nel week end 27 dic.

Nell’antica Scandinavia, la principessa Elsa è la primogenita della famiglia reale di Arendelle, ed è nata con un particolare potere magico: può infatti creare e manipolare il ghiaccio e la neve. Finché è bambina, questo particolare dono sembra una simpatica magia, tanto che lei lo usa per giocare insieme alla sua sorellina Anna. Una notte, tuttavia, Elsa colpisce involontariamente Anna alla testa con un getto di ghiaccio che la lascia priva di sensi e completamente gelata. Il re e la regina di Arendelle chiedono aiuto ai Troll, il cui re spiega che il potere di Elsa è al contempo un dono e una maledizione, perché troppo potente da gestire. Il Troll dice ai genitori che è meglio che ad Anna sia rimosso il ricordo di questi poteri, e decidono di tenerli nascosti al mondo chiudendo per sempre le porte del palazzo reale. Anche il rapporto tra le due sorelline viene pesantemente minato, in quanto esse non possono avere più contatti. Il re e la regina, anni dopo, muoiono in una tempesta nel mare.

Tre anni dopo la morte dei genitori, Elsa diventa maggiorenne ed è per lei il momento di salire al trono. Per l’incoronazione viene organizzata una grande festa e il palazzo viene riaperto; Anna, di carattere vivace e intraprendente, aspetta con ansia quel momento, mentre Elsa teme che i suoi poteri possano uscire allo scoperto. Durante il ricevimento le due sorelle sembrano ritrovarsi, ma nel frattempo Anna conosce uno degli invitati, il Principe Hans delle Isole del Sud; i due sembrano subito piacersi e addirittura lui le chiede di sposarlo. Anna accetta immediatamente, ma Elsa rifiuta di dare alla coppia la benedizione necessaria al matrimonio dato che i due nemmeno si conoscevano. Anna allora le rinfaccia tutti gli anni di solitudine che le ha fatto passare, e nel litigio che ne segue Elsa sprigiona inavvertitamente i suoi poteri davanti a tutti i presenti. Terrorizzata, la regina fugge, sprigionando un inverno perenne su Arendelle mentre scappa.

Elsa trova rifugio in cima a una montagna; qui, libera per la prima volta da tutti i vincoli e le imposizioni, decide di sprigionare completamente i suoi poteri, e si costruisce un magnifico palazzo di ghiaccio, dando inoltre vita ad Olaf, un pupazzo di neve con il quale lei e sua sorella giocavano da bimbe. Nel frattempo Anna si mette all’inseguimento di Elsa, pensando di poter chiarire tutto e riportare sua sorella sul trono. Durante il viaggio fa la conoscenza di Kristoff, un venditore di ghiaccio ormai disoccupato, e della sua renna Sven. La principessa convince il ragazzo a farle da guida verso il palazzo di Elsa; il gruppo fa anche la conoscenza di Olaf, che li conduce dritti da lei.

Le due sorelle si riuniscono, ma ben presto le cose degenerano: Anna vorrebbe riportare Elsa a casa, ma quest’ultima ha ancora paura di poterle far male e rifiuta l’offerta. Quando però viene a sapere di ciò che sta succedendo ad Arendelle, Elsa si sente nuovamente prigioniera e libera i suoi poteri, colpendo inavvertitamente Anna con un getto di ghiaccio; poi crea un gigantesco uomo di neve che caccia via Anna, Kristoff, Sven e Olaf. Al termine dell’inseguimento, i capelli di Anna cominciano a diventare bianchi e la ragazza, sempre più debole, avverte un fortissimo freddo. Kristoff la porta dai Troll: da bambino aveva assistito alla prima volta che il Re l’aveva guarita, e crede che lo possa fare ancora; purtroppo però stavolta Elsa ha colpito Anna al cuore, e solo un atto di vero amore potrà salvarla da una terribile sorte: diventare completamente di ghiaccio.

Kristoff fa di nuovo rotta verso Arendelle, credendo che Hans possa salvare Anna; il principe è però partito alla volta del castello di Elsa. Qui ha luogo una battaglia al termine della quale Elsa perde i sensi e viene riportata ad Arendelle, dove è tenuta prigioniera. Hans le chiede di spezzare l’incantesimo dell’inverno, ma Elsa non può farlo. Anna intanto arriva al castello, sempre più debole e fredda, ma quando chiede ad Hans di baciarla questi le nega la salvezza, poiché in realtà non l’ha mai amata ma ha finto di farlo per poter regnare su Arendelle. Il principe lascia dunque Anna a morire, e dichiara alla corte di aver visto Elsa ucciderla, accusandola di alto tradimento.

Elsa riesce a fuggire e scatena una tempesta nella quale si nasconde. Intanto Olaf trova Anna e riesce a riscaldarla evitandole di morire; le rivela poi che Kristoff, pur senza dichiararsi, si è innamorato di lei. Il giovane sta infatti sfidando la tempesta per tornare a salvarla. Anche Anna, pur debolissima, si butta nella tormenta per andargli incontro. Hans intanto trova Elsa e le mente dicendole che Anna è morta per causa sua; disperata, Elsa crolla a piangere e la tempesta svanisce, dando a Kristoff e Anna la possibilità di corrersi incontro; ma Anna vede che Hans sta per uccidere sua sorella e rinuncia alla sua salvezza per correre ad aiutarla. Mentre si frappone tra Hans ed Elsa, Anna diventa una statua di ghiaccio, spezzando la spada del principe.

Mentre Elsa si dispera, Anna improvvisamente si rianima, e Olaf spiega che il suo sacrificio era un “atto di vero amore”. Elsa capisce allora che la chiave per controllare i suoi poteri è proprio l’amore, e riesce finalmente a spezzare l’incantesimo dell’inverno. Elsa quindi prende il suo posto di Regina, decidendo di non chiudere mai più il suo castello; Hans viene arrestato per tentato regicidio, condannato all’ergastolo nel suo regno, dove dovrà sopportare il disonore della sua buona famiglia irata, mentre Anna e Kristoff sono liberi di amarsi. Elsa infine sprigiona i suoi poteri per rendere felici i cittadini di Arendelle. E, dopo aver promesso ad Anna che non chiuderà mai più le porte del castello (che infatti ora sono aperte), si mette a pattinare con lei e con tutti gli altri abitanti di Arandelle.

fonte: wikipedia

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

Capodanno e l'intimo rosso…

Il selfie virale sui social