in

Ospiti a “1927 On Air – La storia continua” Petruzzi, Zazzaroni, Vespa, Avv.Esposito e Castorina

Le parole degli ospiti della trasmissione “1927 On Air – La storia continua”

1927 On Air - La Storia continua

Nel corso della trasmissione odierna “1927 On Air – La storia continua”, in onda tutti i giorni dal lunedì al venerdì, dalle 16:00 alle 20:00 e dalle 16:00 alle 18:00 il sabato, su Centro Suono Sport, sono intervenuti nel Forum l’Avvocato Luigi Esposito, Federico Vespa e Fabio Petruzzi. Hanno poi rilasciato ulteriori dichiarazioni anche Ivan Zazzaroni e Gianpaolo Castorina.

Avv. Esposito: “La vicenda Naiggolan si può sintetizzare così: Monchi è riuscito nell’impresa impossibile di far concludere all’Inter un grande affare, acquisendo uno dei migliori centrocampisti della Serie A e liberandosi contemporaneamente di uno dei suoi elementi peggiori. Uno dei meriti riconosciuti a Spalletti, a inizio della scorsa stagione, è stato quello di essere riuscito a far resuscitare Santon, il quale successivamente ha tuttavia avuto un crollo. Un voto a questa operazione? 5 e mezzo. Pastore titolare? Non credo. Comunque può fare la mezzala nel 4-3-3 e il trequartista nel 4-2-3-1. Si può ripartire anche da Strootman. La Roma ha acquistato Cristante e Pastore a centrocampo, non ci siamo però resi conto che non ha preso l’elemento fondamentale per questo reparto, ovvero il regista”.

Fabio Petruzzi: Santon? Con tutto il rispetto, anche per il giovane di belle speranze dell’Inter, trovo che stiamo regalando Nainggolan. Andiamo a rinforzare un’avversaria rendendola una signora squadra. Stiamo cedendo il migliore centrocampista della Roma. Forse servono due calciatori per ogni ruolo e a sinistra hai solo Kolarov e Santon può giocare sia lì che a destra. Trovo la cessione di Nainggolan fuori luogo però specie per il valore del giocatore per la squadra e i tifosi. Santon sarà un giocatore da mettere in panchina per far rifiatare ogni tanto Kolarov. Un voto a questa operazione? 3. Strootman? Mi auguro di vederlo giocare, erano lui e Nainggolan a dare intensità al centrocampo della Roma. Nel 4-2-3-1 avrà spazio, nel 4-3-3 non credo. Mirante come secondo portiere? Sì ci può stare“.

Federico Vespa: “Tanti tifosi dell’Inter non ritengono Santon un buon giocatore che oltretutto è un calciatore estremamente discontinuo nonché un noto e assiduo frequentatore di locali e discoteche. Non comprendo la cessione di Nainggolan: indebolisci un tuo reparto e rinforzi una tua diretta concorrente guidata per giunta da Spalletti. Sono deluso e amareggiato. La Roma si sta privando dell’unico calciatore del quale non si sarebbe dovuta privare. Il discorso relativo alla sua età poi non ha senso: quanti anni ha Ronaldo? Santon può far rifiatare Kolarov ma non è un calciatore idoneo a giocare in una grande squadra che vuole vincere. Un voto a questa operazione? 1. Spero rientri in qualche altro scambio. Se dovevo sacrificare un big avrei sacrificato Strootman non Nainggolan. Spero che la Roma ritrovi il vecchio Strootman.

Ivan ZazzaroniChe Roma sarà senza Nainggolan? Una Roma che aveva una grande voglia di “Monchizzarsi” ovvero di cambiare. C’era necessità di un rinnovamento: è una Roma che vuole pensare al futuro, da un lato è una cosa buona ma dall’altro c’è il dispiacere per la cessione di un calciatore come Nainggolan. Santon è un’alternativa, non arriva per giocare.C’è la volontà di cedere il belga me ne rendo conto. Con quest’operazione l’Inter può fare una plusvalenza mentre la Roma si libera di Nainggolan. Bisogna vedere chi si può prendere se parte anche Alisson, per ora non si può parlare di smantellamento. Monchi a parte alcuni elementi come Moreno ha fatto bene lo scorso anno, Kolarov è merito suo, come Ünder. Schick verrà fuori. Se il belga non si è impuntato forse è perché ha capito che non potrà più starci bene. La Roma lavora anche di opportunità. C’era evidentemente il bisogno di cambiare alcune cose e per questo Monchi verrà esaltato o meno bisognerà aspettare. Vive la vita in maniera esagerata ma in campo dà il massimo e ha grande carisma. Pastore per il salto di qualità della Roma? È un giocatore di alta qualità che viene da alcune stagioni negative al PSG. Ha grande qualità e lo hai preso grazie a una grande opportunità, il potenziale c’è, può dare all’organico cose che prima non avevi”.

Gianpaolo Castorina: Zaniolo è senza ombra di dubbio tra i primi tre calciatori classe ’99 più interessanti del panorama calcistico italiano attuale, ha doti tecniche, fisiche e qualità notevoli. Sono sicuro che la Roma ha realizzato un ottimo investimento per il futuro. All’Inter lo hanno trasformato anche in mezzala. Ha ancora tutto da dimostrare ma ampi margini di miglioramento. La sua è una grande personalità e penso si possa adattare bene in una piazza come Roma. Il miglior processo di crescita per un giovane è rappresentato dalle partite della domenica. Non mi stupirei se restasse aggregato alla prima squadra anche se non un basso minutaggio. Per caratteristiche posso accostarlo a Ilicic.

 

Avatar

Written by Veronica Sgaramella

Nata a Roma nel Luglio 1990, laureata in Scienze Politiche, Sociologia e Comunicazione presso La Sapienza. Coordinatrice Yepper Magazine, precedentemente redattrice per Vocegiallorossa, ora collaboratrice nella redazione di 1927 On Air - la storia continua , in onda su Centro Suono Sport. SocialMente attiva, amo leggere, viaggiare e immortalare attimi.

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

Mirante

Mirante: “Sono molto felice per questa nuova avventura con la Roma”

Guardia di Finanza, operazione ad Ostia (Roma). Confiscati 18,5 milioni di euro a due fratelli del clan Fasciani