in

Ospiti a “1927 On Air – La storia continua” Tiribocchi, Zazzaroni, Leggeri, Petruzzi e Avv. Esposito

Le parole degli ospiti della trasmissione “1927 On Air – La storia continua”

1927 On Air - La Storia continua

Nel corso della trasmissione odierna “1927 On Air – La storia continua”, in onda tutti i giorni dal lunedì al venerdì, dalle 16:00 alle 20:00 e dalle 16:00 alle 18:00 il sabato, su Centro Suono Sport, sono intervenuti nel Forum l’Avvocato Luigi Esposito, Fabio Petruzzi e Max Leggeri. Hanno poi rilasciato ulteriori dichiarazioni anche Simone Tiribocchi Ivan Zazzaroni

Avv. Luigi Esposito“Se la Roma non se la giocherà fino all’ultima giornata, per il secondo posto con l’Inter, Di Francesco avrà fallito. Potrebbe quindi anche arrivare terza ma deve almeno competere fino all’ultimo. Sono convinto che Pastore giocherà lunedì, magari come esterno sinistro in un 4-3-1-2 mascherato da 4-3-3. Ritengo Pastore fondamentale per la Roma e tenerlo in panchina non lo motiverebbe per le successive gare. Sarebbe ora che giocasse anche Nzonzi. De Rossi non è più un centrocampista. Avevo già prospettato lunedì la possibilità di vedere in campo Dzeko e Schick. Mi aspetto buone cose da Fiorentina, Atalanta e SPAL.

Fabio Petruzzi: Griglia della Serie A? Secondo me la Juventus è nettamente più forte, Roma e Inter si giocheranno il secondo posto, Napoli, Milan e Lazio sono più dietro. Il Napoli secondo me è meno forte dello scorso anno. Spalletti ha commesso degli errori contro il Sassuolo, ma l’Inter resta forte. Pastore? Secondo me lunedì non giocherà, perché è indietro come condizione; credo giocheranno De Rossi, Cristante e uno tra Pellegrini e Strootman. Schick non me lo aspetto titolare. Schick potrebbe giocare vicino a Dzeko con Pastore trequartista, anche se così si snaturerebbe un po’ il gioco della Roma, basato sul 4-3-3. Possibile sorpresa del campionato? Il Sassuolo di De Zerbi.

Max Leggeri“Non ho mai temuto le altre squadre se non la prima della classe. Il gap con la Juve, però, non è stato colmato. Inter e Napoli invece restano dietro. La Lazio rischia la retrocessione anche a causa dei malumori dovuti alla delegittimazione di Inzaghi da parte di Lotito. Mi aspetto molto dal Flaco avendo sposato la sua causa. Di Francesco è stato un calciatore, ha fatto panchina per 5 anni, qualora non rimettesse Pastore titolare non sarebbe una bocciatura del giocatore. Schick e Dzeko possono certamente giocare insieme anche se dovrà essere bravo il tecnico a coadiuvarli. Una squadra che potrebbe sorprendere, se esonerano Mazzarri, è il Torino.

Simone Tiribocchi: “Ho smesso il calcio giocato dall’oggi al domani e sono felice di allenare i ragazzi: è un sogno che coltivavo da tempo. La Serie A attuale, e anche la B, è molto cambiata rispetto a quella della mia esperienza. L’ultimo calciomercato ha riportato più fascino nel campionato italiano. La Roma mi ha sorpreso tanto in Champions, contro il Barcellona ho visto una squadra gagliarda, non ha mai mollato un colpo in 90 minuti. Per un tifoso è stata una bellissima gara da vedere. Di Francesco ad oggi ha dimostrato di saper quello che vuole e di saperlo trasmettere ai suoi giocatori, lavora molto sulle sue convinzioni, ha avuto un buon approccio con la Roma. In campionato magari ha perso qualche partita di troppo ma la passata stagione resta positiva. Quella contro l’Atalanta sarà una sfida complicata, è più in forma della Roma, più rodata avendo iniziato prima. I giallorossi devono ancora trovare il ritmo partita. Storicamente è sempre stata una partita complicata da affrontare nel migliore dei modi. Dzeko non è stata una sorpresa per me: è sempre stato un ottimo calciatore. Ora riesce a dimostrare di essere un campione dentro e fuori dal campo, facendo la differenza. Kluivert ti crea superiorità nel reparto offensivo, salta l’uomo e ti aiuta anche nelle ripartenze, contro l’Atalanta lo vedrei bene dall’inizio. Spalletti come allenatore mi ha dato tanto sotto il profilo umano e Conte mi ha trasformato come giocatore. Tra gli allenatori che ricordo con più affetto c’è Papadopulo. Lotta scudetto? La Juve rimane il club da battere, mi incuriosisce l’Inter e voglio vedere come andrà il Napoli con Ancelotti. Poi c’è la Roma ma spero che mi smentisca facendo bene anche se mi sembra una squadra giovane”.

Ivan ZazzaroniIl video di Lotito? Lui è molto plateale, molto pubblico, lo conosciamo. È ovvio che una cosa del genere poi diventi virale, ma doveva essere una cosa privata tra un presidente e un suo dipendente. Non credo che questa vicenda possa in alcun modo minare i rapporti tra Inzaghi e Lotito. La prima giornata non cambia i giudizi, l’Inter farà bene. Sono rimasto stupito dalla Roma, Kluivert mi ha impressionato. La sconfitta della Lazio mi ha sorpreso, il Napoli è stato molto più concreto. La Juventus è più forte lo sappiamo, Roma, Inter e Napoli sono sullo stesso piano. Il Milan si vedrà, la Lazio secondo me è una buonissima squadra, Berisha bell’acquisto. Dzeko? Gol spettacolare quello di domenica. La leadership del bosniaco è tecnica, non è uno Strootman ma uno che diventa fondamentale per un certo tipo di gioco, per le tante scelte che offre a livello tattico. Dzeko è un giocatore leader e in questo momento è imprescindibile. L’Atalanta è una squadra temibile: è in forma e più rodata. Zapata e Gomez possono mettere la Roma in difficoltà. Se i giallorossi passano anche con la squadra bergamasca allora si possono fare ragionamenti diversi. Roma-Atalanta è una gara interessante sul momento in vista di settembre”.

 

Avatar

Written by Veronica Sgaramella

Nata a Roma nel Luglio 1990, laureata in Scienze Politiche, Sociologia e Comunicazione presso La Sapienza. Coordinatrice Yepper Magazine, precedentemente redattrice per Vocegiallorossa, ora collaboratrice nella redazione di 1927 On Air - la storia continua , in onda su Centro Suono Sport. SocialMente attiva, amo leggere, viaggiare e immortalare attimi.

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

NAVE DICIOTTI, CAVALLO DI TROIA PER ROMA O PER BRUXELLES?

Stemma logo AS Roma

La Roma si fa bella: il sito giallorosso cambia look e si rinnova