in

Attacco islamista in Francia

Nel sud della Francia, a Trebes, un islamista di origine marocchine di soli 26 anni questa mattina si è barricato in un supermercato con alcuni ostaggi facendo scattare l’allarme generale di tutti gli apparati di sicurezza francesi. Il primo ministro ha subito detto ai media che si tratta di «Terrorismo». L’uomo ha chiesto la liberazione di Salah Abdeslam, unico sopravvissuto degli attentatori di Parigi nel 2015. I morti accertati sarebbero tre oltre all’attentatore.

Il terrorista a quanto pare avrebbe agito da solo e con una spiccata formazione di carattere militare, il che genera parecchi interrogativi agli addetti ai lavori. Inoltre, ha affermato di volersi vendicare per la Siria. Ha poi sparato e ucciso l’addetto al banco macelleria del negozio. In una drammatica testimonianza raccolta telefonicamente da Bfm-tv, un impiegato del supermercato ha raccontato: Ero al reparto macelleria, è lì che lavoro, ho sentito un botto, pensavo fosse caduto qualcosa, poi spari, spari e spari. Sono scappato, come tanti: in quei momenti non c’è tempo per ragionare, scappi e basta, noi siamo usciti dal retro.

La solita rivendicazione

Daesh o quel che ne rimane, ne ha approfittato immediatamente  rivendicando gli attacchi compiuti da quello che ha definito “un soldato” del Califfato che ha commesso l’attacco in risposta agli appelli di colpire Paesi della Coalizione. Lo ha riferito Site citando l’agenzia di stampa dello Stato islamico, Amaq.

Importantissimo l’intervento di un Tenente Colonnello della Gendarmerie Nationale che si è scambiato volontariamente con un ostaggio. L’ufficiale ha ucciso il terrorista ma pare sia rimasto gravemente ferito.

Situazione in costante aggiornamento.

Vincenzo Priolo

 

 

 

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

ASRoma, Defrel

Roma, oggi lavoro più tattico per il gruppo insieme alla Primavera giallorossa. Defrel vicino al recupero

Minaccia jihadista e strumenti legislativi di contrasto. Quale direzione prendere?