in

"La difesa della legalità non deve avere tregua"

Naro è un meraviglioso comune della provincia di Agrigento, in Sicilia. Nei giorni scorsi il sindaco, Lillo Cremona, è stato vittima di un vile atto intimidatorio.
Unanime la condanna da parte della società civile, che si è stretta intorno al Sindaco.
Vincenzo Priolo (FI), “Consulente esterno del sindaco Cremona in materia di legalità, sicurezza urbana e supporto alla polizia locale”, dalle pagine di Yepper , esprime solidarietà e vicinanza al primo cittadino di Naro.
“Spero sia fatta luce su questo vile quanto scellerato atto intimidatorio. L’attuale amministrazione non ha intenzione di chinare il capo alla violenza”, ha dichiarato Vincenzo Priolo. “Tali gesti sono finalizzati ad intimorire e frenare quei percorsi di trasparenza, che invece sono necessari allo sviluppo e alla rinascita delle nostre realtà cittadine. Simili episodi non possono mutare i percorsi avviati dalle Amministrazioni comunali, le cui azioni sono improntate alla massima legalità e trasparenza.
Voglio assicurare ancora una volta, vicinanza e sostegno al sindaco Cremona, uomo e politico stimato ed apprezzato da tutti i cittadini naresi per la sua onestà e correttezza. L’attacco ai sindaci, purtroppo sempre più frequente, è un fatto gravissimo perché mortifica dignità e identità delle comunità, denigrando la presenza dello Stato sul territorio.
Si tratta di un segnale allarmante che deve richiamare l’attenzione sul lavoro degli amministratori locali impegnati in un percorso, spesso difficile, nel garantire alle loro collettività una vita quotidiana all’insegna dei principi dell’onestà, della trasparenza, della legalità democratica, dell’interesse per il bene comune.
È necessario non abbassare la guardia, l’opinione pubblica va informata e sollecitata ad assumere consapevolezza che la difesa della legalità non deve avere tregua. L’augurio è quello che le numerose forze positive e propositive presenti sul territorio di Naro possano sconfiggere definitivamente la criminalità e la delinquenza innalzando la legalità a modello di vita.
A tal proposito – ha concluso Priolo – è mio dovere ringraziare pubblicamente per la preziosa ed attiva collaborazione istituzionale, la Compagnia Carabinieri di Licata guidata dal Ten. Marco Currao e la Stazione Carabinieri di Naro coordinata dal Mar. Gianfranco Antonuccio, validissimi operatori di polizia sempre presenti e costanti nella lotta contro la criminalità organizzata dei nostri territori”.

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

PAGINEBIANCOROSSE DAY 35: [VIDEO] AMARCORD: 24-1-1999 IL CASO TUTA

PAGINEBIANCOROSSE DAY 36: STEFANO ANTONELLI: "CAPUTO NON VA VIA DA BARI"