in ,

Pianeta B: Cade il Cagliari, vola il Cesena

Come sempre la Serie B offre sorprese (più o meno) inaspettate. Cade il Cagliari, sconfitto dal Pescara di Massimo Oddo, il Cesena vola in testa alla classifica raggiungendo il sorprendente Crotone e lo stesso Cagliari, grazie alla vittoria di misura contro il Livorno (al suo secondo ko di fila). Lo Spezia ed il Bari (vittorioso nel finale a Latina) però sono lì a far sentire il loro fiato sul collo del gruppetto di testa. In coda risalgono Entella (1-0 alla Pro Vercelli) e Ascoli (clamoroso 4-0 a Como).
Pescara-Cagliari 1-0
Primo stop in campionato per il Cagliari di Rastelli. Allo stadio Adriatico sono i padroni di casa ad avere la meglio grazie ad una rete di Lapadula (al suo secondo gol consecutivo). La svolta della partita è arrivata al minuto 37 del primo tempo con i sardi che rimangono in 10 per l’espulsione di Di Gennaro, reo di aver protestato veementemente dopo un fallo commesso. Al 52′ il Pescara passa con Lapadula che, servito da Zampano, con un rasoterra batte Storari.
Cesena-Livorno 1-0
Vince e vola in vetta il Cesena di Massimo Drago. Nonostante le varie defezioni (2 squalificati), i romagnoli battono il Livorno, che registra una nuova battuta d’arresto dopo la sconfitta interna contro lo Spezia. Gara nettamente dominata dal Cesena che dopo aver impensierito più volte Pinsoglio e colpito il palo con Ragusa al 64′ passa con un calcio di rigore realizzato da Sensi,al suo primo gol in B.
Avellino-Vicenza 1-4
Netta sconfitta degli irpini, in caduta libera, contro il Vicenza. Padroni di casa irriconoscibili e lontano parente della squadra che ha lottato fino alla traversa di Castaldo della scorsa semifinale playoff a Bologna. Berici in vantaggio con Gatto che si procura (e realizza) il penalty assegnato dal direttore di gara. Dopo 6 minuti sussulto dell’Avellino che pareggia con Trotta, ma il Vicenza non ci sta e prima Galano,poi una sfortunata autorete di Biraschi fissano sull’ 1-3 la prima frazione. Nella ripresa non cambia la musica ed arriva il gol dell’1-4 realizzato da Giacomelli con una splendida esecuzione balistica da fermo.
Virtus Lanciano-Spezia 0-0
Pareggio giusto e gara equilibrata al Guido Biondi dove Lanciano e Spezia impattano sullo 0-0. Dopo aver sfiorato il gol per due volte con Canadjija(palo per lui), lo Spezia subisce il ritorno dei frentani che a sua volta prima con Di Matteo,poi con Ferrari sfiorano il vantaggio. Nella ripresa la gara va via lenta senza sussulti veri e propri,tranne una conclusione di Nene‘ ,controllata da Aridità.
Como-Ascoli 0-4
Sul neutro di Novara, l’Ascoli umilia il Como a domicilio e vince per la prima volta in trasferta. Gara senza storia con i marchigiani che passano in vantaggio con un colpo di testa chirurgico di Giorgi, ottimamente servito da Antonini. Passano due minuti ed è Perez a trafiggere Scuffet per la seconda volta: si va al riposo sullo 0-2. Non cambia la storia nel secondo tempo con i bianconeri che chiudono in gloria la partita segnando prima con Cacia e poi con Jankto.
Ternana-Novara 2-0
Prima partita e prima vittoria per la Ternana del nuovo mister Roberto Breda. Le fere con un “inglese” 2-0 battono i piemontesi e lasciamo l’ultima posizione proprio alla formazione azzurra. Le reti arrivano nella seconda frazione in pochi minuti: prima Falletti, poi Ceravolo fissano il risultato sul 2-0. Novara sfortunato, soprattutto nel finale dove colpiscono un palo con Gonzalez e una traversa con Viola.
Virtus Entella-Pro Vercelli 1-0
Vittoria di vitale importanza per la formazione di Aglietti che, seppur faticando, batte i piemontesi di mister Scazzola. Masucci al 43′ porta i locali in vantaggio e chiudono al riposo in vantaggio. La Pro nella ripresa perde la testa rimanendo in 9 uomini per l’espulsione di Scaglia e Coly, ma i liguri non ne approfittano lasciando sempre in bilico il risultato,che però, non cambia.
Brescia-Modena 2-2
Bella e scoppiettante gara al Rigamonti di Brescia dove i lombardi ed il Modena pareggiano 2-2. Il Brescia ha subito la possibilità di andare avanti ma Provedel neutralizza il rigore calciato da Morosini. Ma il vantaggio è nell’aria ed arriva al 25′ con Marzorati che ribadisce nella propria porta in modo goffo,un cross di Embalo. Ma Stanco pochi minuti dopo pareggia i conti con un bel tiro che fulmina il portiere bresciano. Al 44′ altro penalty per il Brescia: stavolta Geijo realizza per il 2-1.Nel secondo tempo il Modena si butta a capofitto in avanti e ritrova il pari ancora con  Stanco, autentica spina nel fianco della difesa delle “V bianche” bresciane.

Segui Yepper!

Clicca MI PIACE sulla nostra fanpage Facebook per essere sempre aggiornato sui migliori contenuti da condividere e commentare con i tuoi amici!

Mirko Ambrosi

Written by Mirko Ambrosi

Nato a Bari il 9 Aprile 1988 , ho una grande passione: Il Bari.
Ed è proprio della squadra biancorossa che scrivo, a 360 gradi.
Curiosità,partite,conferenze stampa e tutte le news sulla compagine barese sempre al servizio dei lettori,tutto con imparzialità.

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

Giorgio Morandi e la sua figura di artista del '900

NBIA e Acetone nei bambini