in

Ploi, l’emozionante film d’animazione che conquisterà tutta la famiglia

In uscita il 21 novembre la tenera storia del percorso di crescita di un pulcino coraggioso

Ploi

Un film che conquisterà tutta la famiglia, un’occasione per divertirsi e condividere gli stessi desideri, le emozioni, i progressi di Ploi: la sua curiosità, la voglia di crescere e aiutare gli altri, il coraggio necessario per superare le paure e le difficoltà. In fondo per riuscire a volare e diventare dei piccoli grandi eroi, bisogna uscire dal proprio nido, credere sempre in sé stessi e aver cura delle persone a cui vogliamo bene. E Ploi incarna perfettamente i valori del film.  

Il protagonista rispecchia tutti noi: dai più grandi ai più piccoli nel corso della vita ci troviamo ad affrontare perdite, momenti bui, difficoltà e solitudine. Il messaggio più importante consiste proprio nel superare ogni avversità, con i propri ritmi e grazie alla forza interiore che possediamo (anche quando non sembra), aprendosi all’aiuto che possono fornirci le persone a noi vicine, senza vergognarsi di chiederlo.

Altrettanto rilevante è il fatto di fornirne a propria volta: sostenere il prossimo a prescindere da genere e “specie” è un atto fondamentale per rendere migliore le nostre vite e quelle altrui. Evitando di dare per scontate perfino le più piccole cose e i più piccoli gesti.

Una fantastica avventura, tanti incredibili amici e nuove scoperte. Questi gli ingredienti di Ploi, divertente film d’animazione per la famiglia che sarà al cinema dal 21 novembre con Altre Storie e Minerva Pictures

Il racconto di un pulcino di piviere, Ploi, e del viaggio avventuroso che gli permetterà di ‘diventare grande’, superando ogni paura. Un viaggio pieno di pericoli che affronterà con coraggio grazie all’amore per la famiglia e per la sua pulcina preferita, Ploveria, ma anche grazie all’aiuto di tanti nuovi amici: dalla pernice Giron pronta a proteggerlo dal freddo, alla pecora ‘reggae’ che lo spingerà a seguire il proprio cuore. 

Tanti dunque i personaggi che arricchiranno la vita di Ploi proprio come accade per ogni essere umano. Naturalmente capita di incontrare persone nemiche e mosse da cattive intenzioni, come Shadow il cui nome non a caso significa ombra. L’importante è non farsi offuscare da loro, lottando per ritrovare la propria luce a dispetto di tutti coloro che sono in agguato per portarla via.

Ploi, realizzato dallo studio d’animazione islandese GunHil, una filiale della Sagafilm, e dallo studio d’animazione 3D belga Cyborn, è stato presentato in anteprima al Giffoni Film Festival dove ha conquistato i piccoli giurati con la sua storia avvincente.

Trama Ploi

Ploi è un film di animazione per famiglie avventuroso ed emozionante. Racconta la storia di un pulcino di piviere di nome Ploi, che, per paura di volare, non riesce a migrare insieme alla sua famiglia verso i paesi più caldi. Rimasto solo, con l’aiuto di alcuni amici, dovrà tirare fuori tutto il suo coraggio per affrontare tanti pericoli, diventando alla fine un vero ‘eroe’

Ogni anno, in inverno, moltissimi uccelli migratori tornano nei paesi caldi, viaggiando per migliaia di chilometri. Tra loro c’è uno stormo di pivieri guidati da ‘Papà’ che cerca di proteggerli durante quel volo lungo e pericoloso, anche se, sfortunatamente, alcuni vengono attaccati da Shadow, un terribile falco che li terrorizza da anni.

Quest’anno Mamma e Papà sono insieme al loro piccolo, un pulcino curioso e vivace di nome Ploi. Con la guida esperta di Papà, Ploi impara a procacciarsi il cibo e durante una delle sue escursioni incontra Ploveria. I due diventano inseparabili, si divertono, scoprendo nuovi luoghi e vivendo nuove esperienze. Tutti e due sognano di diventare il piviere più veloce e il prossimo leader dello stormo. Una notte Papà viene chiamato da Skua, un tempo esca per i piani malvagi di Shadow, che gli confida un prossimo attacco del falco. Skua decide di unirsi ai codardi di Paradise Valley dove, in inverno, si rifugiano tutti coloro che non possono affrontare un viaggio sull’oceano per tornare a casa.

Trailer Ploi

I pulcini di piviere frequentano la scuola per imparare a volare. Quando un giorno i pulcini spiccano il volo uno dopo l’altro, il falco Shadow riesce a catturare Ploi, ma Papà attacca subito il falco per permettergli di fuggire. Il pulcino riesce a salvarsi ma è sconvolto, perde fiducia in sé stesso e nella sua capacità di volare e non vuole lasciare più il nido per il resto dell’estate. Arriva il giorno della partenza. Fino alla fine cerca di trovare il coraggio di prendere il volo, ma non ce la fa e viene catturato da un gatto del posto che se lo porta a casa. Ploi riesce a liberarsi dalle sue grinfie ma è troppo tardi, la sua famiglia è partita con gli altri uccelli, non vedendolo più e pensando al peggio.

Per sopravvivere Ploi si incammina verso la Paradise Valley. Dopo essere sfuggito a Shadow, incontra Giron una pernice bianca solitaria che non vuole altro che vendicarsi con Shadow per la perdita della sua famiglia. Fra loro nasce un’insolita amicizia basata sul reciproco rispetto e ammirazione. Non avendo ancora il coraggio di volare, riesce a raggiungere la Paradise Valley dove un gruppo di animali si è rifugiato per l’inverno. Non appena l’estate si avvicina, pensa a Ploveria alla guida dei pivieri nel viaggio di ritorno e al pericolo che avrebbe potuto correre con Shadow in attesa di attaccare lo stormo.
C’è solo un modo per salvare la sua famiglia e gli altri uccelli dagli artigli del falco ed è vincere ogni paura, imparare a volare e diventare il piviere che suo papà gli ha insegnato ad essere.

Personaggi

PLOI, il pulcino di piviere

Ploi

Ploi è un pulcino felice e pieno di energia, un tenero uccellino curioso del mondo che lo circonda e al tempo stesso ingenuo. Il suo sogno è quello di diventare il capo dello stormo dei pivieri, proprio come suo papà che Ploi adora. Quando il piccolo piviere incontra la dolcissima Ploveria, il destino sembra aver deciso che i due piccoli siano fatti l’uno per l’altra. Giocano e si divertono, stringendo un forte legame di amicizia e affetto. Quando comincia le prime lezioni per imparare a volare, Shadow, il falco malvagio, attacca Ploi, catturandolo con i suoi artigli taglienti. Il padre riesce a salvare Ploi, ma il piccolo rimane traumatizzato e non riesce più a volare. Ploveria cerca di incoraggiarlo, ma Ploi ha perso la fiducia in se stesso e quando un gatto del villaggio lo cattura, tutti sono convinti che lo abbia ucciso. In realtà Ploi riesce a scappare dal gatto, ma solo dopo che lo stormo di pivieri è migrato verso sud per l’inverno. Il piccolo uccellino si mette alla ricerca della Paradise Valley, dove potrà rifugiarsi durante il freddo inverno. Sulla sua strada incontra la pernice Giron: all’inizio è dura con lui, ma pian piano gli offre protezione e si affeziona, facendo riacquistare a Ploi fiducia e autostima. Durante la sua permanenza a Paradise Valley, Ploi si rende conto che deve imparare a volare per salvare dal terribile falco i suoi amici e la famiglia che torneranno a primavera.

GIRON, la pernice

Ploi

Da giovane Giron era ribelle, aggressivo e ostile, di certo non la classica pernice. Quando si è innamorato, ha dato tutto se stesso e sua moglie, ‘il suo cigno’, come ama chiamarla in modo affettuoso, è diventata il suo mondo.  Era orgoglioso dei suoi piccoli che lo riempivano di gioia e felicità. Per proteggerli ha combattuto con coraggio molte battaglie, senza mai arrendersi, fino al giorno in cui tutto gli è stato portato via dal feroce Shadow. Per questo Giron è tornato ad essere aggressivo e ostile, avendo imparato a sue spese che l’amore porta solamente un dolore e una sofferenza insopportabili. L’unica cosa che lo fa andare avanti è l’odio per Shadow. Quando Ploi inciampa nella trappola che aveva preparato per Shadow, rovinando tutto, Giron va su tutte le furie. Ma presto si rende conto che può usare il piccolo piviere come esca per il falco, gli promette di accompagnarlo a Paradise Valley, non sapendo ancora che Ploi lo conquisterà, rovinerà tutti i suoi subdoli piani e risveglierà quell’amore paterno che Giron aveva per i suoi figli.

SHADOW, il falco

Ploi

È l’emblema del male, anche se la prima impressione è quella che sia una creatura per bene e istruita perché l’aspetto, il tono di voce e il modo di parlare fanno pensare a un uomo di classe e d’onore. Tuttavia sotto quelle piume sofisticate si cela un subdolo e spietato predatore che non risparmia nessuno. Una bestia di cui non ci si può mai fidare.

PLOVERIA, la pulcina di piviere

Ploi

È dolce, affascinante e piena di entusiasmo. Una ragazza a cui brillano gli occhi. In un certo senso un maschiaccio. Da subito il suo cuore batte per Ploi, con entusiasmo e con grande affetto lo sostiene e lo incoraggia in ogni modo, da vera amica.  Ploveria non è solo una ragazza coraggiosa e determinata, ma è anche molto leale. Quando Ploi rimane indietro mentre tutti migrano a sud, non perde mai la speranza. Quando torna e vede che Ploi è vivo, si unisce a lui nel combattimento finale, mostrando un amore sincero.

MOUSY, il topolino

È un topolino super energico sempre ottimista e di buon umore. Per lui non ci sono problemi o minacce, solo sfide divertenti. È davvero cordiale, trasmette energia positiva e calore.

La volpe

E’ un artista della cucina e il suo unico interesse nella vita è preparare la cena perfetta. Sceglie attentamente la sua preda e la insaporisce con erbe squisite che raccoglie sugli altopiani. Cucinare per lei è una sorta di esperienza spirituale, è talmente concentrata sulla pietanza che il resto del mondo non esiste. Interrompere quel momento così sacro equivale a dichiarargli guerra.

La mamma e il papà di Ploi

Ploi

L’affetto di Papà per Ploi e la mamma è fuori discussione, ma si tratta di un amore severo. Papà ha ereditato da generazioni il ruolo di fortificare i più piccoli per assicurarsi che riescano a sopravvivere e crescere in un mondo pieno di pericoli e non vuole assolutamente interrompere questa eredità. A volte sembra duro, ma ha un cuore d’oro ed è molto coraggioso. Ha sangue freddo, è calmo e pianifica attentamente ogni dettaglio, ma quando le cose si complicano è il primo a buttarsi nel combattimento.

Mamma è fantastica e amorevole, adora e ama Ploi incondizionatamente. È la sua gioia più grande e quando pensa di averlo perso, ha davvero il cuore spezzato.

SKUA

Ploi

Skua a volte sembra essere altrove. È molto veloce, a tratti quasi nevrotico nei movimenti e nel modo di parlare, ma la sua mente è molto lenta e ha bisogno di tempo per capire anche le cose più semplici. Per questo a volte sembra confuso, un po’ paranoico e fuori dal mondo.

Il Colonnello

Ex boy scout e pilota combattente dell’Air Force in pensione, ora si occupa della scuola di volo. Non gli è mai venuto in mente di seguire le teorie steineriane nel suo metodo di insegnamento, seguendo ogni studente individualmente. Al contrario i suoi modi sono bruschi: crea dei gruppi e per far volare i piccoli pulcini li getta letteralmente in fondo al lago.


SLOI

È il classico bullo, che pensa di essere irresistibile ma in realtà è odioso. Sicuro e pieno di sé, è convinto che Ploveria non saprà resistere a lui, ma la pulcina lo conosce bene e non si farà certo prendere in giro da un pulcino così superficiale.

Zigoli

Sono un gruppo di uccelli canterini pigri e spensierati, il cui orizzonte mentale non va oltre i confini del giardino in cui vivono. Anche se la loro più grande minaccia, il gatto, vive nel loro giardino, non penserebbero minimamente di spostarsi nel giardino vicino dove non ci sono gatti.  Gli piace parlare del nulla e commentare tutto e potrebbero parlare a vanvera per ore. Beata ignoranza!

Il Cervo

Il cervo è il protettore della tundra, vaga nelle gelide terre selvagge per aiutare chi è in difficoltà. È forte, silenzioso, umile, un eroe di tutti i giorni che non si aspetta onori o riconoscimenti per le sue gesta nobili.

Ploi

La Pecora

Alcuni dicono che la Pecora abbia qualche parentela con Bob Marley. È difficile dire se sia vero ma una cosa è sicura, il suo amore per il reggae. È buona, ha un cuore grande e, come la maggior parte delle pecore, ama l’erba appena tagliata. 

Il Cigno

Di origine russa, è stata una prima ballerina, ma un giorno mentre faceva una piroetta nel lago dei cigni si è rotta una gamba e si è stabilita a Paradise Valley visto che non può migrare al sud. È molto emotiva e per questo reagisce in modo estremo in ogni circostanza. Quando percepisce un minimo problema, piange o addirittura sviene e quando ascolta le barzellette anche quelle che non sono divertenti, ride come un soprano. La sua situazione ideale è essere al centro dell’attenzione proprio come una diva.

Il Visone

Affascinante ‘signora’ francese agile e spietata, faceva parte della resistenza francese ma fu ferita durante un attacco e costretta a mettersi a riposo. Nonostante tutto, ha ancora un cuore da combattente.

Il Gatto

È un pantofolaio pigro e poco sveglio visto che fa sempre le stesse cose e ripete gli stessi errori. Come la sua mente anche l’andamento è sempre molto lento.

What do you think?

Avatar

Written by Veronica Sgaramella

Nata a Roma nel Luglio 1990, laureata in Scienze Politiche, Sociologia e Comunicazione presso La Sapienza. Coordinatrice, redattrice e inviata di Yepper Magazine, precedentemente redattrice per Vocegiallorossa, poi collaboratrice e speaker @ 1927 On Air - la storia continua, in onda su Centro Suono Sport. Opinionista periodica sportiva a Gold TV. Ora co-conduttrice di Frequenze Giallorosse (ReteneTVision). SocialMente attiva, amo leggere, viaggiare e immortalare attimi.

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

MapeiStadium

Roma, rifinitura al Mapei Stadium in vista della gara contro il Parma. Infortunati a Trigoria

Parma-Roma formazioni

Parma-Roma, le formazioni ufficiali