in ,

Solamente la sfortuna e Gagliolo fermano il Bari

Una rete dell’ ex Carpi, decide il match del Tardini. Nel finale rosso ad Empereur

 

In alto: Gagliolo esulta per la rete del decisivo 1-0

 

Non basta una grandissima prova, la migliore in trasferta per intensità ed occasioni da rete, per tornare da Parma con un risultato positivo. Finisce 1-0 per i ducali una gara ad alta carica emotiva e di tensione dove non sono mancati spunti di riflessione per la moviola.

Nei primi minuti, dopo le prime schermaglie, è il Parma che si affaccia con Ciciretti e Ceravolo che duettano e vanno vicino alla rete con il tiro del fantasista preciso e con Micai bravo a respingere di piede: Sul tap-in c’è pronto Ceravolo che però si fa anticipare in calcio d’angolo.

Il Bari non si fa intimorire e Nenè ci prova con un tiro che però risulta velleitario e facile preda dell’estremo difensore Frattali. Bari che perde Andrada dopo solamente 14 minuti di gioco: l’argentino ha rimediato una distorsione alla caviglia dopo che Sierralta aveva goffamente colpito di testa, rovinando addosso al numero 29 biancorosso; al suo posto entra Antonio Floro Flores.

Il Bari insiste sulla corsia con una giocata in coppia tra Sabelli e Iocolano, con quest’ultimo che calcia di punta trovando Frattali pronto a respingere in angolo. Il buon momento prosegue un minuto dopo con Balkovec che ci prova dalla sua mattonella, l’out di sinistra, e spara un bolide deviato anche in questo caso in angolo.

Bari ancora vicinissimo alla rete dello 0-1 al minuto 21: Henderson in verticale serve Floro Flores, che è bravo ad accentrarsi e scaricare su Nené che dalla distanza calcia di poco fuori alla destra di Frattali. Il Parma reagisce veementemente e va vicino alla rete con Gagliolo che in scivolata manda la palla di poco a lato.

Nel giro di sessanta secondi i galletti hanno due palle gol sui piedi di Floro Flores: prima dopo un aggancio delizioso e per palati fini calcia rapidamente con Frattali che in grande affanno devia in corner, poi su susseguente angolo ancora lui stoppa la palla e cerca lo stesso angolo cercato nella prima circostanza,ma la sfera va alato di poco.

La gara è vibrante, giocata a ritmi piuttosto alti nonostante il gran caldo del Tardini e le squadre rispondono come due pugili colpo su colpo: al minuto 31 ci prova Barillà , che lascia sul posto Sabelli e con il mancino calcia a lato: esterno della rete per l’ex Reggina ed illusione del gol per i tifosi gialloblu.

Al 35′ l’occasione più ghiotta del primo tempo per i galletti: il Parma sbaglia sul corner, pronta ripartenza dei biancorossi con un contropiede tre contro due in campo aperto, palla che arriva a Sabelli su assist di Henderson e palla che docile arriva tra le braccia dell’estremo di casa, che ipnotizza il 4 barese. E’ l’ultima occasione dopo 3 minuti di recupero ed un primo tempo giocato a ritmi elevati.

Nella ripresa parte con il brivido per i galletti: Ceravolo cerca di farsi largo e anticipare Marrone, ma Empereur fa la diagonale in maniera perfetta e sfuma l’occasione per i ducali. Azione avvolgente del Bari al 52′ che dopo una fitta rete di passaggi porta Nenè al tiro da fuori: la conclusione termina alta, ma l’errore è da matita blu, infatti c’era Sabelli era tutto solo sulla destra.

al 60′ fa il suo ingresso Ciccio Brienza per dare brio ulteriore alla manovra barese, ma è il Parma che invece va vicinissimo al gol con Micai provvidenziale e superlativo a parare a mano aperta su Di Gaudio, ma ciò non basta: Dezi crossa sul versante opposto e Gagliolo,perso da Sabelli realizza la rete del vantaggio.

Il Bari come un toro che ha appena visto un drappo rosso si butta a testa bassa con veemenza e costanza alla ricerca del pareggio: Grosso inserisce Improta tramutando il suo 3-5-2 in un 4-3-2-1 e Gyomber come terzino atipico. Al 68′ si fa vedere Brienza con la palla che però non crea grattacapi a Frattali. Subito dopo è a dir poco provvidenziale Iacoponi che evita la battuta a rete di Improta da due passi. Sul calcio d’angolo Brienza ha una bella chance con il sinistro. ma la palla va a lato di pochissimo

La gara si fa più nervosa ed il Bari di certo non evita la contesa, anzi, aggredisce la squadra parmense ed al minuto 81 va ad un passo dal pari con Henderson che con un bolide colpisce la traversa: Nenè sulla ribattuta va di testa dove c’è Brienza agganciato in area, ma per l’arbitro è tutto regolare, tra le proteste dei biancorossi.

Capovolgimento di fronte e Ceravolo viene strattonato da Empereur in campo aperto: lo strattone c’è ma è evidente come l’attaccante sia piuttosto plateale nel lasciarsi cadere: rosso diretto per Empereur e Bari in 10 negli ultimi 7 più recupero. Il Bari non molla, anzi insiste: Improta ruba caparbiamente un pallone al centrocampo e lo manda avanti per Floro Flores che dalla distanza sfiora il palo.

Ma è al minuto 92 che il Bari ha la palla del pareggio: cross al bacio di Brienza per Nenè che tutto solo, da tre metri, spizza il pallone con la testa e bacia il palo a Frattali battuto. Una gara sfortunatissima per i galletti. L’ultima chance capita sui piedi di Improta al 96′ ma la palla deviata è preda del portiere.

Finisce 1-0 per il Parma e non senza polemiche,la gara del Tardini: una gara di spessore per i ragazzi di Fabio Grosso che avranno il Carpi da affrontare all’ultima giornata e che possono al massimo migliorare la loro graduatoria terminando sopra il Venezia, nel caso i lagunari inciampassero all’ultima giornata: altrimenti si profila Bari-Cittadella al San Nicola ed i veneti, specialmente quando giocano in trasferta sono la squadra peggiore da incontrare.

Mirko Ambrosi

Written by Mirko Ambrosi

Nato a Bari il 9 Aprile 1988 , ho una grande passione: Il Bari.
Ed è proprio della squadra biancorossa che scrivo, a 360 gradi.
Curiosità,partite,conferenze stampa e tutte le news sulla compagine barese sempre al servizio dei lettori,tutto con imparzialità.

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

Roma-Juventus, probabili formazioni

Roma-Juventus, le probabili formazioni

Roma-Juventus, formazioni ufficiali

Roma-Juventus, le formazioni ufficiali