in

Renzi, non affrontare il Sud è un errore

Discutere del Sud e dei dolorosi problemi del Mezzogiorno è forse alquanto noioso. Basta con i ‘piagnistei’, diceva Renzi qualche settimana fa.
Oggi accade che il Presidente del Consiglio abbia pensato bene di dare forfait ed annullare la partecipazione alla cerimonia di inaugurazione della 79edizione della Fiera del Levante, in quel di Bari. In Puglia, al Sud. In sua sostituzione ha spedito, in Fiera, un sottosegretario.
Il Premier ha scelto, invece, di recarsi a New York per assistere alla finale degli Us Open di tennis tra le italiane Flavia Pennetta e Roberta Vinci, in programma alle 21 ora italiana.
Un viaggio ‘spot’, è stato definito, di certo con tutti gli onori ed oneri a carico dei contribuenti. Per capirsi in parole povere e senza retorica, quanto costa un volo di Stato, con staff al seguito, da Roma a New York?
Una palla presa al balzo, raccontano i soliti maligni, Renzi avrebbe preferito scappare dagli impegni baresi per evitare l’incontro imbarazzante con il ‘compagno’ di partito Michele Emiliano, governatore pugliese.
Per carità, la finale degli Us Open è una storico e meritatissimo match che onora noi tutti e l’intero sport italiano, riportando per meriti il nome dell’Italia sulle prime pagine dei giornali di mezzo mondo.
Tuttavia il viaggio a New York poteva essere evitato. Avrebbe avuto più senso vedere il Presidente del Consiglio, a Bari, rincuorare i propri cittadini, esporre ad una autorevole platea i progetti e le sfide ambiziose per rilanciare il prima possibile l’economia del Mezzogiorno.
Avrebbe avuto più senso l’ideale abbraccio di un leader a cittadine e cittadini che quotidianamente lottano per affrontare e cercare di superare il malaffare, la burocrazia e le sporche consuetudini che tappano le ali di terre meravigliose.
Non affrontare il Sud, scappare, è stato un errore.
Roberto Saviano scriveva sui social, indirizzando il post a Renzi: “Mi addolora molto che sia definito ‘piagnisteo’ ricordare che al Sud il numero degli occupati è al livello più basso dal 1977, la natalità ai minimi storici dai tempi dell’unità d’italia. I meridionali fuggono al Nord e all’estero, i migranti stranieri che arrivano sulle nostre coste mirano a trasferirsi in altri paesi. Il tutto nella totale assenza di progetti e investimenti. Questo è un urlo di dolore, non un piagnisteo che sembra invece somigliare di più alla cantilena del ‘va tutto bene’“.
Quel ‘va tutto bene’ poteva essere sfatato, a Bari. Non affrontare la realtà, scappare, è stato un errore.
Intanto, il mio gioioso augurio va a Flavia Pennetta e Roberta Vinci!

Segui Yepper!

Clicca MI PIACE sulla nostra fanpage Facebook per essere sempre aggiornato sui migliori contenuti da condividere e commentare con i tuoi amici!

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

Tennis, Us Open: qui si fa la storia! Pennetta-Vinci per una finale tutta tricolore.

La Queen's Guard scoppia a ridere