in

Serie A: stop Napoli, Milan sempre più in crisi

Dovevano essere tre vittorie casalinghe facili facili quelle degli anticipi di Campionato della tredicesima giornata: il derby di Verona, con l’Hellas che ospitava il Chievo, il Milan contro il Genoa ed il Napoli di Benitez che riceveva il Parma. Sulla carta, rossoneri a parte, le altre due sfide sembravano scontate, con Allegri e soci pronti a riprendere il discorso con la vittoria. Invece nulla, perchè le cose sono due: o il nostro Torneo è veramente il più difficile del Mondo, o il livello si è talmente abbassato che ogni partita è un terno al lotto. Alle 18 il derby di Verona: tutti pronti ad ammirare le giocate di Iturbe, gli sprint di Jorginho, i gol di Toni: niente di tutto ciò. Il Chievo, ben disposto sul terreno di gioco da Corini attendeva e poi ripartiva con rapidi contropiedi, schierato con 9 giocatori dietro alla linea della palla. Sembrava uno 0 a 0 scritto, ma al 92imo accade quello che non ti aspetti: un gol, ma dei gialloblu sbagliati! Lazarevic punisce Mandorlini e i suoi, sgonfiando un bel pò le ambizioni dei veronesi. Stessa sorte per il Napoli, sconfitto al San Paolo da una rete di Antonio Cassano, autentico protagonista della partita. Un match giocato sottotono dai partenopei, che alla lunga avranno sicuramente concentrato le energie per il prossimo impegno di Champions League contro il Borussia Dortmund, snobbando la sfida di ieri. E puntualmente è arrivata la sconfitta. Higuain, Insigne, Pandev e tutta la compagnia azzurra non è riuscita a trafiggere Mirante, bloccando l’inseguimento alla Roma capolista, impegnata lunedì sera nel posticipo casalingo contro il Cagliari. Passiamo al Milan. Ormai dare contro all’allenatore è diventato lo sport Nazionale: come se Allegri fosse l’unico responsabile della crisi dei rossoneri, capaci di raccogliere 14 punti in 13 giornate, e ormai più vicini alla zona retrocessione che a quella delle Coppe Europee. Il gol di Kakà, unico vero Campione nella rosa dei rossoneri ha solo illuso il diavolo, raggiunto poco dopo da un calcio di rigore di Gilardino. La possibilità poi di tornare in vantaggio la sbaglia Balotelli, con un tiro dagli undici metri lento e prevedibile. Specchio della stagione del Milan finora.

What do you think?

Written by Marco De Rinaldis

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

GIPHY App Key not set. Please check settings

Loading…

3

Marge Simpson sexy

Leone X e Firenze